Si perfezione per l’Italia l’accordo Xerox-Lexikon

La notizia dell’accordo con Xerox è cosa nota, ma all’annuncio dato al Cebit mancavano quei dettagli che contribuiscono a inquadrare l’intesa fra "The document company" e Lexikon, la società del gruppo Olivetti che si occupa di …

La notizia dell'accordo con Xerox è cosa nota, ma all'annuncio dato al
Cebit mancavano quei dettagli che contribuiscono a inquadrare l'intesa fra
"The document company" e Lexikon, la società del gruppo Olivetti che si
occupa di prodotti per ufficio. Per questo, nel quadro di una strategia di
comunicazione più aggressiva rispetto al passato, Xerox ha voluto meglio
precisare i contorni dell'intesa che, ha ribadito Giovanni Nebiolo
direttore per il sud Europa di Channel Group la struttura che si occupa del
canale, è solo di natura commerciale, non prevede scambi azionari "anche
se
è suscettibile di ulteriori sviluppi". In sostanza, il rapporto di
collaborazione già da tempo instauratosi fra le due aziende si è tradott
o
in un accordo secondo il quale Xerox fornirà a Lexikon prodotti nel campo
delle stampanti laser e delle copiatrici digitali, mentre la società del
gruppo Olivetti fornirà a Xerox Channels group fax, stampanti e prodotti
multifunzionali, a tecnologia ink-jet. Ogni società commercializzerà i
prodotti inclusi nell'accordo sotto il proprio marchio e con i rispettivi
canali di distribuzione. "Con l'allargamento della gamma ink-jet -
ha sottolineato Nebiolo - Xerox dà credibilità alla sua strategia di
penetrazione nei settori consumer e soho, mentre la crescita dei volumi
nelle laser permette maggiori economie di scala e un aumento della
competitività dei nostri prodotti"
.
Xerox fornirà a Lexikon le proprie laser da 8 a 32 pagine al minuto, mentr
e
per copiatrici digitali e multifunzionali si va dalle 14 alle 30 pagine al
minuto. Secondo Nebiolo, la validità dell'accordo per Lexikon risiede
nell'avere come partner uno dei big della tecnologia digitale che vanta una
posizione preminente nei sistemi high end e nell'aumento dei volumi delle
ink-jet con la possibilità di accedere a mercati importanti come quello
statunitense. L'accordo fra le due aziende, che sarà a regime nel 1999, si
inserisce in una situazione che dal punto di vista della Document company
ha contorni abbastanza rosei. Le cifre illustrate da Nebiolo parlano
infatti di un milione di nuovi clienti nel 1997 (per il Channels Group),
una crescita italiana che nel 1998 segna +141%, 15% di market share
italiana nelle color laser che sale al 25% nelle stampanti b&w ad alta
velocità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here