Si amplia il range di accordi per Microsoft

Microsoft procede sulla strada delle partnership per spingere all’adozione di Windows Nt e delle relative applicazioni a un più ampio spettro di utenza. Su piani diversi, si muovono gli ultimi accordi, siglati con Icl e Hitachi. Il primo, della

Microsoft procede sulla strada delle partnership per spingere all'adozione
di Windows Nt e delle relative applicazioni a un più ampio spettro di
utenza. Su piani diversi, si muovono gli ultimi accordi, siglati con Icl e
Hitachi.
Il primo, della durata triennale, porterà il costruttore britannico a
sviluppare tutte le nuove applicazioni sotto Nt, BackOffice come bundle
server e la suite Office per i desktop. Secondo Icl, posseduta al 90% dai
giapponesi di Fujitsu, l'accordo porterà alla creazione di mille posti di
lavoro in Europa nei prossimi tre anni, anche se soprattutto nel Regno
Unito, per posizioni come i system engineer e gli sviluppatori di software.
Anche il business di Icl dovrebbe crescere, "di mezzo miliardo di
sterline"
, secondo il Ceo, Keith Todd. é in previsione l'apertura di
sette solution center a livello mondiale (Manchester, Stoccolma, Belfast e
Katowice, in Europa), per i quali saranno formate circa 4mila persone.
I nuovi sistemi creati si rivolgeranno a clienti istituzionali nel mondo
della distribuzione, della Pa, dell'istruzione e delle infrastrutture
enterprise. Nel settore retail, ad esempio, sarà creata una versione del
sistema di transaction processing GlobalStore, in modo che sia compatibile
con Microsoft ActiveStore, framework per il collegamento di sistemi "in
store" dei negozianti con operazioni di back-end. Saranno combinati anche i
sistemi di front end per l'accesso a servizi pubblici centrali e locali. é
previsto, inoltre, anche lo sviluppo di applicazioni di tele-acquisto per
pc dal luogo di lavoro e di network computer per la posta elettronica.
Su un altro fronte, Microsoft si è accordata con Hitachi per lo sviluppo
comune di server e mainframe che possano utilizzare il futuro sistema
operativo Windows Nt 5.0. Il costruttore giapponese ha mostrato di credere
nell'ambiente Microsoft, specie per la versione Enterprise, pensando di
poterlo combinare con la propria esperienza nella tecnologia high-end.
Hitachi pensa di fare dell'accoppiata Nt5-Merced (o Xeon) il cuore dei
propri sistemi aperti del futuro. Microsoft potrà usufruire dell'assistenz
a
tecnica del partner nipponico, per sviluppare un sistema più adatto alle
unità centrali delle imprese.
I dettagli dell'accordo devono ancora essere finalizzati, ma si sa che è i
n
previsione l'apertura di un centro comune di supporto tecnico in giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here