Si allarga il focus di Computerlinks

Siglata la partnership per commercializzare i servizi di archiviazione ed e-mail filtering di Google, il distributore paneuropeo punta sul coinvolgimento sempre più stretto dei partner. Non più solo in ambito enterprise

Aprile 2009

Spingere un brand, piuttosto che un altro mantenendo desta l’attenzione sugli step (e sono tanti) utili a vendere tecnologia sapendo di cosa si sta parlando.
Sono questi i desiderata di Computerlinks, distributore interessato a lavorare sulla focalizzazione dei propri partner di canale «perché - come fa notare Michele Puccio, sales director della filiale italiana -, a proporsi ai rivenditori Ict non vanno solo i nostri commerciali».

Motivo per cui la formazione tecnica, agli occhi del manager, diventa fondamentale «e va mantenuta di pari passo con quella commerciale, tanto che ai nostri account chiediamo di esercitare una continua attività di push per non sprecare alcuna opportunità di business, specialmente in questo momento».

Così, allargato il listino alle soluzioni di Tufin Technologies e SanDisk (la prima a completamento dell’offerta in ambito firewall già attiva con i brand Juniper Networks e Check Point a listino; l’altra nell’ottica di aprire a nuove soluzioni per la criptazione dei dati con una chiavetta Usb che monta già l’antivirus a bordo), la realtà paneuropea sta portando a casa nuove partnership a corredo dell’ambito security.

«L’interesse - ci anticipa Puccio - è per due realtà attive rispettivamente nell’ambito delle soluzioni per il backup dei dati e il recupero in extremis di cui, al momento, non è ancora possibile rendere noti i nomi».
Ben oltre l’essere ufficiale è, invece, la partnership paneuropea siglata con Google, di cui il distributore commercializzerà l’offerta legata all’archivizione della posta elettronica e all’e-mail filtering.
«Entrambe offerte in modalità hosting - spiega il nostro interlocutore - questo genere di soluzioni ci permetteranno di puntare su argomenti forti come il risparmio dei costi di installazione e manutenzione consentendo, grazie a un brand conosciuto come Google, di allargare il bacino di clienti di Computerlinks».

Oltre a ciò, il distributore sta spingendo sui fondi di marketing «e su tutto quello che è in nostro potere fare affinché i rivenditori sappiano cogliere questo genere di opportunità mettendoci anche in prima linea per coordinare le richieste di formazione che arrivano dai vendor con la disponibilità di tempo e risorse messe sul piatto dal canale. Non a caso - conclude Puccio -,
oltre a Milano e Bolzano, da quest’anno anche Roma sarà una tappa fissa per i nostri incontri
»

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here