Shangai ai nastri di partenza. Con il Gps per i visitatori

I partecipanti all’Expo 2010 potranno scaricare un software che funzionerà da guida per la manifestazione

Sicuramente Letizia Moratti e Lucio Stanca faranno un salto all'Expo di Shangai che aprirà i battenti il primo maggio del 2010 per durare fino al 31 ottobre. Al di là dell'ovvio interesse per la manifestazione e i dettagli organizzativi il sindaco e il responsabile della società di gestione faranno prò bene a dare un'occhiata anche ai padiglioni.


“Better city, better life” è infatti il tema della manifestazione per la quale è previsto l'arrivo di settanta milioni di visitatori (95% cinesi, 5% dal resto del mondo). Se è vero, come sostiene l'Onu, che proprio nel 2010 il 55% della popolazione mondiale abiterà in una città, l'Expo di Shangai è perfetta per capire quali soluzione adottare per vivere meglio nelle metropoli.


Così, per esempio, Letizia Moratti potrà apprezzare la soluzione presentata dalla città tedesca di Brema che attraverso un sistema di autonoleggio ha migliorato le condizioni del traffico. Quello di Brema è solo uno degli oltre sessanta casi che saranno presentati nell'area Ubpa (Urban best practices area) dove sono radunate le case history di città che hanno ideato soluzioni per miglirare la vita degli abitanti grazie a tecnologie avanzate e idee innovative.


I cinesi si sono impegnati parecchio per l'evento. 14 miliardi di dollari di investimenti per la realizzazione di infrastrutture di collegamento, 5 miliardi di euro per progetti infrastrutturali e opere complementari dell'area espositiva, oltre 230 paesi partecipanti, 15 padiglioni aziendali sono alcuni dei numeri dell'esposizione per la quale sono previste trecento nuove strutture alberghiere e l'ammodernamento di altre quattrocento.


Per quanto riguarda la parte tecnologica, il governo ha imposto la collaborazione ai tre carrier principali, China Mobile, China Unicom e China Telecom. Tutte le 13 stazioni base per le telecomunicazioni nell'area del World Expo di Shanghai saranno infatti costruite in società o condivise dai tre gestori per evitare duplicazioni.


Shangai Telecom e Shangai Mobile costruiranno anche  terminali elettronici informativi, dotati di connessione Wi-Fi e che forniranno servizi di guida e localizzazione oltre alle previsioni meteorologiche.


Inoltre, i visitatori dell'Expo potranno usare i propri telefoni cellulari per scaricare e installare gratuitamente un software Gps da impiegare come guida. La AutoNavi, un fornitore di servizi di localizzazione e mappatura digitale, ha infatti firmato un contratto di sponsorizzazione con il Comitato organizzatore.


I visitatori riceveranno una mappa digitale del sito sul loro portatile e potranno sapere quali sono le aree più affollate. Il software potrà essere scaricato tramite la rete Gprs e tramite le reti per cellulari di terza generazione. Tutti gli autobus all'interno e nelle vicinanze dell'Expo faciliteranno l'uso degli apparecchi Gps per la durata dell'evento. Gli apparecchi Gps saranno impiegati anche per la logistica della manifestazione. Altra tecnologia sarà utilizzata per realizzare i padiglioni virtuali. Proprio il Bureau internazional des expositions ha tenuto a sottolinea l'importanza dei padiglioni virtuali dei vari Paesi che devono essere un'estensione dei padiglioni fisici. Anche l'Italia parteciperà alla manifestazione cinese con un padiglione “fisico” che avrà un marcato riferimento al regionalismo, metterà in risalto l'importanza dell'elemento acqua e della nostra tradizione urbana.


A questo indirizzo sarà possibile seguire lo svolgimento dei lavori per la realizzazione del padiglione. Si tratta del sito ufficiale della partecipazione italiana che, per il momento, è l'unica partecipazione virtuale prevista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here