Server: la leadership di Ibm e quella di Hp

I dati di Gartner relativi al terzo trimestre dell’anno mostrano un mercato ancora in sofferenza. Qualche spiraglio per la fine d’anno, mentre Hp e Ibm si contendono i primati.

Dopo le analisi presentate lo scorso mese di settembre e relative al secondo trimestre dell'anno, anche i dati relativi al terzo trimestre non portano alcuna buona notizia per il mercato dei server.

Secondo Gartner, anno su anno si parla di un calo del 17,1% in termini di unità e del 15,5% in termini di valore: tradotto in cifre, si parla dunque di 1,2 milioni di macchine consegnate, per 10,7 miliardi di dollari.

In questa che potrebbe sembrare una debacle, tuttavia Gartner riesce a trarre qualche segnale positivo: a livello sequenziale si parla di una crescita del 13,8% in termini unitari e del 10,2% in termini di valore.
Timidi accenni di stabilizzazione, mentre la fine dell'anno si avvicina.

Ibm guida la classifica dei fornitori per fatturato, con 3,3 miliardi di dollari e una share del 31,7%. Rispetto al pari trimestre dell'anno precedente, si parla di un calo del 12,3%.
La segue Hp, con 3,2 miliardi, una share del 30,2% a un calo anno su anno appena superiore al 15%, mentre Dell, terza con 1,4 miliardi di dollari, contiene il calo a un -5,1%.
Va decisamente peggio a Sun Microsystems, che scende ben sotto il miliardo di dollari e si ferma a 784 milioni, con una share del 7,4% e un calo del 32,3%. Va detto che Sun è anche l'unica mantenere il trend negativo su base sequenziale, laddove tutti gli altri player mostrano invece una inversione di tendenza.
Fujitsu, infine, arriva a 550,2 milioni di dollari, con un calo del 10,8%.
Alla pletora degli ”others” sono attribuiti i restanti 1,2 miliardi di dollari, con un calo del 23% anno su anno.

In termini di unità consegnate, invece, la leadership spetta ad Hp, che arriva a quota 615.694 macchine, con una share del 32,1%, in calo del 15% anno su anno.
La segue Dell, a quota 437.447 macchine, con un calod el 12,6%, mentre Ibm si colloca in terza posizione con 246.493 server, in calo del 20,1%.
Quarta è Fujitsu, che scende a 66.953, con il calo più contenuto tra tutti (-9%), mentre è di nuovo Sun il provider più in difficoltà, con un -38,1% a 50.435 unità.

A livello geografico, l'area Emea totalizza 526.000 macchine (-22,9%), per un giro d'affari di 3 miliardi di dollari, in calo del 22,8%, mentre a livello sequenziale si parla di un +7% in termini unitari.

La top five per fatturato vede la leadership di Hp, prima con 1,2 miliardi di dollari, in calo del 22,9%, seguita da Ibm, con 874 milioni di dollari, in calo del 17,4%, Dell, ferma a 303 milioni, Sun, scesa a 256 milioni e Fujitsu, con I suoi 197,8 milioni di dollari.

In termini di unità consegnate, invece, la top five vede di nuovo Hp al primo posto con 236.000 macchine, seguita da Dell con 89.000, Ibm a 64.000, Fujitsu a 36.000 e Sun a 15.600 unità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here