Sempre più computer, Internet ed email nelle aziende italiane

L’Istat fotografa il livello di penetrazione dell’informatica e delle nuove tecnologie nelle aziende dai 10 dipendenti in su. Resta il divario tra Nord e Sud.

Nella giornata di ieri l'Istat ha diffuso i risultati
della rilevazione sull'uso delle tecnologie dell'informazione e della
comunicazione nelle imprese con almeno 10 addetti.
Secondo l'indagine, a gennaio 2005 il 95,6% delle aziende con almeno 10 dipendenti possedeva almeno un personal computer.
Un tasso di penetrazione che raggiunge il 99% se si esaminano le aziende dai 50 dipendenti in su.
Rispetto
all'anno precedente - ed è questo un dato significativo - aumenta
l'utilizzo di personal computer

: gli addetti
che utilizzano il computer almeno una volta a settimana rappresentano,
nel 2005, il 38,4% del totale, con
picchi nelle grandi imprese di 250 addetti e oltre.

A livello settoriale si conferma il divario
esistente fra industria e servizi

; in particolare, si va da un valore minimo del 19,0%
nelle industrie conciarie e del cuoio ad un massimo del 90,7%
nell'informatica e del 74,6% nelle poste e telecomunicazioni.

Sempre nel corso di quest'anno, si è registrato
un incremento nell'utilizzo di Internet:
il 24,8% degli addetti utilizza personal
computer connessi ad Internet a fronte del 21,5% dello scorso anno.
Resta comunque un importante divario fra
le imprese con sede nel Nord-ovest
, che registrano il 28,4% degli
addetti connessi tramite personal computer ad Internet, rispetto a
quelle localizzate nel Sud e Isole

ove la quota
si riduce a circa la metà (14,3%).
Ancora scarso invece l'utilizzo del telelavoro, modalità a cui ricorre appena il 9,7% delle imprese informatizzate
con almeno 10 addetti.
Va detto anche che mentre la maggior parte delle grandi imprese (dai 250 dipendenti in su) consente ai propri addetti la connessione ai sistemi informatici dall'esterno (53,6%), quelle con 10-49 addetti utilizzano tale tipologia di lavoro soltanto nel 7,4% dei casi.


Lo scenario fotografato dall'Istat, vede, a gennaio 2005, il 92,9% delle imprese informatizzate con
almeno 10 addetti utilizzare la posta elettronica (erano l'84,4% nel 2004), il 95,9% disporre di
Internet, il 56,4% dotato un proprio sito Web, il 31,6% dotato di Intranet e il 12,8 per
cento di Extranet.
La presenza di reti Intranet
ed Extranet

è fortemente differenziata in relazione alla dimensione
d'impresa: a fronte di una elevata diffusione nelle grandi imprese (rispettivamente l'83,5 e il 55,4 per
cento delle imprese informatizzate) si rileva un interesse contenuto in quelle con 10-49 addetti
(rispettivamente il 27,4 e il 10,1%).
Il divario è piuttosto rilevante anche dal punto di
vista territoriale: le imprese informatizzate del Nord e del Centro realizzano percentuali di uso di
Intranet ed Extranet assai maggiori rispetto a quelle del Mezzogiorno.
Tra i settori di attività economica,
sono i servizi postali e informatici a ricorrere con più frequenza alle reti Intranet (69,3% delle
imprese informatizzate) ed Extranet (48,1%).

Cresce l'utilizzo della banda
larga
, oggi presente nel 59,3% delle imprese informatizzate, mentre i
collegamenti wireless

sono presenti soltanto nel 7,8% delle imprese informatizzate.
La rete, nel 2005, è stata
utilizzata dal 77,9% delle imprese connesse ad Internet come strumento per accedere a servizi
bancari e finanziari, dal 64,7% per acquisire informazioni sui mercati e dal 48,0% per
acquisire dati e informazioni in formato digitale.
Meno frequente è l'utilizzo per la
formazione e istruzione del personale e la fruizione di servizi post-vendita utilizzati, rispettivamente, dal
13,4% e dal 25,5% delle imprese connesse.

Internet è diventato un canale di comunicazione sempre
più diffuso per i rapporti fra le imprese e la Pubblica Amministrazione (il
79,2% delle imprese connesse nel 2005 a fronte del 75,4% nel 2004).

Con
la diffusione dei sistemi informatici nelle imprese si è affermata anche
un'esigenza di sicurezza sempre più stringente.
Gli
strumenti utilizzati per proteggere l'integrità dei sistemi e tutelare la
sicurezza consistono prevalentemente in software antivirus (97,7% delle imprese
connesse ad Internet), firewall (57,1 per cento) e back up dei dati (56,9%);
sono nettamente meno diffusi altri sistemi basati su meccanismi di
autenticazione e codificazione, quali la firma digitale (9,5%), la crittografia
(9,3 per cento) e altre tecniche come ID biometrici e codici PIN (14,9%).
Si
evidenzia, infine, come le imprese più piccole (10-49 addetti) possiedano una
strumentazione di sicurezza basata principalmente su antivirus, firewall e
sistemi di back up, mentre quelle più grandi affianchino a tali strumenti anche
i server sicuri e la crittografia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here