Semiconduttori: +3,8% secondo Gartner

Un comparto che mostra segni di discontinuità, soprattutto tra i diversi fornitori.

Una crescita del 3,8%, fino a raggiungere 273,9 miliardi di dollari.
E’ questo, secondo Gartner, il valore complessivo del mercato mondiale dei semiconduttori nel 2007.

E’ stato un anno strano, evidenzia la società di analisi, con alcuni produttori in crescita a due cifre e altri in netto calo e, soprattutto, con un rischio recessione latente che impone ai produttori la capacità di anticipare le possibili fluttuazioni nella domanda.

La classifica dei produttori vede al primo posto Intel, che cresce il doppio rispetto al mercato e con 33,8 miliardi di fatturato chiude con un +10,7%. Segue Samsung, 22,4 miliardi di dollari, con un +1,6%, mentre Toshiba, al terzo posto, arriva a quota 11,8 miliardi di dollari ,a mette a segno un +20,8% attribuibile soprattutto alla domanda di Asic per Ps3 e Nand per telefoni cellulari.

Calano Texas e Infineon, rispettivamente al quarto e quinto posto, cresce leggermente STMicroelectronics, mentre decisamente positivo è l’andamento di Hynix, che mette a segno un +13,7%. Ottavo posto per Renesas e decimo per Nxp, mentre Amd, al nono posto, registra il calo più pesante: -20,9% a 5,8 miliardi di dollari.

Tra tutti questi nomi, Gartner pone sotto i riflettori Hynix: malgrado l’andamento positivo, la sua incapacità di prevedere una fluttuazione importante sul mercato delle Dram ha provocato problemi di sovrapproduzione e condizionato pesantemente il comparto per tutta la metà del secondo anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here