Seguite il cliente che è meglio

Un cliente sempre più esigente che cerca anche nei grandi magazzini “luoghi di relazione ed emozione”. Definisce così Carlo Meo, analista di M&Trade, l’acquirente moderno e utente Ict. Aggiungendo che «i negozi Ict oggi sono troppo orientati a invoglia

Un cliente sempre più esigente che cerca anche nei grandi magazzini "luoghi di relazione ed emozione". Definisce così Carlo Meo, analista di M&Trade, l'acquirente moderno e utente Ict.

Aggiungendo che «i negozi Ict oggi sono troppo orientati a invogliare l'acquirente maschile. E invece, le donne sono sempre più interessate ad acquistare It».

Teniamone conto, per favore, quando dobbiamo presentare prodotti a scaffale o almeno «prendete esempio dagli Apple Store» aggiunge Meo. Ma non solo. Da una recente indagine commissionata da InStore (che si occupa di filed marketing) proprio a M&Trade è emerso che gli acquirenti di prodotti multimediali si "lamentano" di punti vendita poco attenti a informare su promozioni, dimostrazioni e offerte.

Come dire: il cliente arriva in negozio magari attratto dal volantino: e poi? Va da sé che il personale è richiesto "competente e preparato". «Nostro compito è proprio quello di fornire alle grandi superfici e non personale skillato per seguire il cliente finale» spiega Emanuele Maneo, direttore generale di Instore che prepara promoter, brand specialist e merchandiser per il canale Gdo/Gds It. Tra gli obiettivi di questa azienda, anche una collaborazione sul territorio extra italiano. Il brand consumer electronics "made in Italy" potrebbe trarne vantaggi...

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome