Se i benchmark danno risultati discordanti

I test sulle schede video sono suscettibili di variazioni, dipendenti da molti fattori. Ciò che non mi spiego però è lo strano comportamento che ho riscontrato col mio sistema. Ho provato a fare una serie di test con 3D Mark 2001 e

I test sulle schede video sono suscettibili di variazioni, dipendenti da molti
fattori. Ciò che non mi spiego però è lo strano comportamento
che ho riscontrato col mio sistema. Ho provato a fare una serie di test con 3D
Mark 2001 e con GL Excess, sotto Windows 2000 e XP Professional. Nelle prove con
Windows 2000 i punteggi sono maggiori di circa 1100 punti rispetto ad XP, e alcuni
giochi, come il Rally Challenge della Microsoft, girano anche meglio e il test
di DirectX 9 va fluido e scorrevole. Possibile poi che facendo due test consecutivi
di 3DMark 2001 i risultati cambino anche del 20 per cento? Inoltre ho notato in
alcuni giochi una riproduzione a scatti.

L’enorme differenza di punteggio tra due esecuzioni consecutive di 3DMark
2001 è anomala. Formulare un’ipotesi sulla causa in base ai dati
forniti non è possibile. Come dice il lettore, ci sono moltissimi fattori
che possono influire sui risultati e senza una descrizione accurata delle procedure
è pressoché impossibile determinare il motivo delle differenze.

I test sono una cosa delicata, piccole variazioni dell’ambiente del sistema
operativo portano a risultati differenti.
La cosa più importante nell’esecuzione dei test è che avvenga
in un ambiente che non vari di molto tra le varie piattaforme, il primo passo
per ottenere dei risultati comparabili nonostante le diversità hardware.

Quella che segue è la metodologia di prova adottata da PC Open.
Si parte installando una sola copia del sistema operativo su un disco formattato.
Evitate l’installazione di più sistemi sullo stesso disco, Microsoft
afferma che in questa situazione si possono verificare conflitti di controllo
sulle cartelle che contengono i programmi, documenti e impostazioni.
Installare i driver della scheda madre e delle periferiche senza però
le applicazioni che spesso le accompagnano. Per esempio, nel caso delle schede
audio di Creative Labs, senza Audio HQ, MiniDisc Center, Mixer, Playcenter e
altre.

Aggiornare il sistema operativo con l’ultimo service pack disponibile
e installare i driver della scheda video.
Questa è una delle parti della procedura in cui si deve fare più
attenzione. Molti produttori hanno l’abitudine di scrivere driver
ottimizzati per i benchmark più famosi
, spesso a scapito della
compatibilità e stabilità del sistema.
L’ideale sarebbe reperire le versioni certificate dai laboratori
di Windows
, contrassegnate dalla sigla WHQL (Windows
Hardware Compatibility List) che garantisce il loro corretto funzionamento.

Dopo aver installato tutto e riavviato il sistema si deve andare in Start, Pannello
di controllo, Sistema, Hardware, Gestione periferiche e controllare che a fianco
delle periferiche non vi siano segni gialli o rossi, sintomi di un’installazione
non corretta e verificare che sia abilitata la modalità di trasferimento
DMA nelle proprietà di disco fisso e CD ROM. L’ultima operazione
da fare prima dell’esecuzione dei test è la deframmentazione del
disco fisso.

La questione della diversità di prestazioni tra Windows 2000
e XP
, in diversi si sono cimentati nel rilevarle ma con esiti discordanti.
Secondo alcuni i due sistemi sono alla pari, per altri 2000 è più
veloce dal 10 al 50 per cento rispetto a XP. Ad ogni modo quando Microsoft parla
di elevate prestazioni si riferisce a un più rapido avvio del boot di
sistema e delle applicazioni e al ritorno rapido dalla condizione di Standby.
Il motore di multitasking, l’unica cosa che migliora effettivamente le
prestazioni, è lo stesso di Windows 2000.
Queste informazioni (in inglese) sono disponibili presso in
questa pagina del sito Microsoft
.

Per quanto riguarda le schede video che riproducono i video a scatti, potrebbe
essere una questione di parametri di prova. Nel laboratorio i giochi girano
alla risoluzione di 1.024 x 768 punti a 16 milioni di colori, e con schede come
la Radeon 9700 o la 4200Ti non abbiamo mai avuto il problema di riproduzione
a scatti. Si verifica quando si impostano risoluzioni elevate, tipo 1.600 x
1.200 punti, e i giochi sono impostati alla massima qualità visiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here