Scendono, come previsto, le entrate di National Semiconductor

Si chiude in rosso, confermando le aspettative elaborate dagli analisti di Wall Street, il quarto trimestre fiscale di National Semiconductor. Il produttore di chip americano ha registrato, infatti, uscite straordinarie escluse, una perdita di 69,3 mil …

Si chiude in rosso, confermando le aspettative elaborate dagli analisti di
Wall Street, il quarto trimestre fiscale di National Semiconductor. Il
produttore di chip americano ha registrato, infatti, uscite straordinarie
escluse, una perdita di 69,3 milioni di dollari, pari a 42 centesimi per
azione, rispetto ai 57,4 milioni di profitto (0,36 dollari unitari)
consolidati dodici mesi prima. In vistoso calo anche il volume d'affari,
diminuito del 22% dai 651,7 milioni di dollari degli ultimi tre mesi del
'97 ai 510 milioni attuali. Il momento difficile che accompagna in questo
periodo la domanda di pc e, a detta degli esperti, il problematico
approccio dei nuovi prodotti di National per il business delle Lan, sono i
motivi principali dell'aspettato buco di bilancio, mentre le vendite sul
fronte del mercato wireless, dicono i portavoce di National, sono cresciute
nell'ordine delle due cifre. Comprendendo le spese straordinarie, dovute al
taglio di 1.400 dipendenti e all'acquisizione di ComCore Semiconductor, la
perdita del trimestre ha toccato quota 212,4 milioni di dollari (1,29
dollari per azione).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here