Sarà un 2010 di investimenti It

Per il 72% dei manager la spesa in tecnologie è un fattore abilitante la ripresa. Virtualizzazione, Crm e Soa le aree di investimento.

Da un'indagine di Accenture, realizzata in collaborazione con la Economist Intelligence Unit (Eiu) su 577 dirigenti di medio-grandi aziende in Italia, Stati Uniti, Inghilterra, Irlanda, Germania, Francia, e Spagna, risulta che il 72% dei decisori attribuisce maggiore importanza alla funzione It rispetto al periodo antecedente la crisi economica e vede l'It come parte integrante dei programmi per l'avvio della ripresa.

I manager intervistati prevedono che nei prossimi mesi ci sarà un aumento della spesa tecnologica: il 47% lo pensa relativamente alla propria divisione, mentre il 10% lo preconizza per l'azienda nel complesso.

Maggiore ottimismo viene dai dirigenti che non operano nell'area It: il 61% di loro prevede un aumento della spesa tecnologica nel prossimo anno, a fronte del 57% dei dirigenti It.

Morale alto in Inghilterra e Irlanda, dove il 63% degli intervistati prevede un aumento degli investimenti. In Italia, l'aumento degli investimenti è una priorità per il 54% degli intervistati mentre il 30% manterrà gli attuali livelli di spesa (contro il 20% in Uk e Usa), l'11% li ridurrà selettivamente, il 4% li ridurrà e il 2% non lo sa ancora.

In relazione alle aree d'investimento chi si occupa di It ha un'idea più chiara dei responsabili del business sulle priorità relative ai nuovi progetti, e parla di virtualizzazione e consolidamento dei server (44%). Secondo i business manager la virtualizzazione è sì importante, ma tanto quanto la maggior cura delle relazioni e dei servizi ai propri clienti. I responsabili It prevedono anche finanziamenti per l'e-business (32%) e per i progetti Soa (31%).

Riguardo al Roi dell'It, secondo la gran parte degli intervistati (81%), aumenta l'esigenza di realizzare progetti che siano più flessibili rispetto al passato.

Controllo e risparmio dei costi sono ancora elementi fondamentali quando si programmano investimenti It. Secondo gli intervistati le tre misure più efficaci per ridurre il costo di realizzazione dei progetti informatici sono la stabilità e l'economicità dei requisiti di progetto, il rinnovamento o la razionalizzazione dei sistemi esistenti, il passaggio a piattaforme aperte.

Contano anche le misurazioni della performance tecnologica e una più chiara definizione dei rischi. Più di tre quarti dei dirigenti d'azienda infatti utiliza attualmente misure finanziarie, della produttività o dei progressi, per valutare la performance e i benefici dei propri investimenti It.

Il 27% dei dirigenti informatici utilizza una particolare metodologia o un quadro di governance per valutare l'impatto degli investimenti nell'informatica sul business. Peraltro in circa la metà dei casi le misurazioni dei rischi sono realizzate solo in parte e addirittura mancano del tutto in circa un terzo delle aziende.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here