Sap spinge R/3 all’apertura

La società tedesca sta cercando di aprire R/3 mettendo a disposizione strumenti in grado di offrire agli sviluppatori la possibilità di integrare i processi di business Sap con quelli delle applicazioni di terze parti.

Sap sta cercando di aprire la propria suite di software enterprise R/3 con strumenti progettati per permettere agli sviluppatori di integrare i processi di business Sap, con quelli delle applicazioni di terze parti. Per cominciare, la società sta pianificando il rilascio di una nuova versione del proprio Application Development Workbench per la fine del prossimo anno, che permetterà agli sviluppatori corporate di collegarsi tra l'ambiente aperto J2Ee (Java 2 Enterprise Edition) e l'ambiente di sviluppo proprietario Sap Abap. La versione 6.3 lascerà i codici integranti le attuali applicazioni Sap, con le nuove applicazioni Sap e non-Sap che producono front end Java, e queste collegate negli attuali oggetti Abap presenti nel back end.
Ma l'aggiornamento che potrebbe diventare un componente critico dell'architettura annunciata di recente da Sap, Exchange Infrastructure, potrebbe essere disarcionato dagli attuali fornitori e system integrator di tecnologie di Eai (Enterprise Application Integration). Oltre all'Application Development Workbench 6.3, i prodotti di integrazione di Sap includeranno un Web application server annunciato in precedenza, con virtual machine J2Ee e Abap separate. Sap offrirà anche in un'edizione limitata la propria architettura Exchange Infrastructure, che fornisce integrazione centrata sui processi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here