Sap Si prova a comprare

Sap System Integration mette mano al portafoglio e cerca un’acquisizione che le raddoppi il fatturato. Nel mirino c’è Plaut.

31 luglio 2003

Sap System Integration sta trattando alcune acquisizioni che riguardano le attività negli Stati Uniti e in Europa.


La sussidiaria dedicata ai servizi del colosso Erp tedesco ha come obiettivo di raddoppiare, a breve, il proprio fatturato negli Stati Uniti, che lo scorso anno è stato pari a 35 milioni di dollari. Pertanto, la via dell'acquisizione di società terze sembra essere la più immediata.


Leggere in tutto questo un tentativo di rispondere al mega-polo di servizi che va e andrà costituendosi attorno all'agglomerato Oracle-PeopleSoft-Jd Edwards è quanto di più immediato pensare.


Indubbio, infatti, che la "battaglia" sui campi dell'Erp e delle business application si combatterà sul terreno dei servizi.


Ergo, Sap sta tentando di porre, per tempo, freni all'espansione dell'asse Oracle.


L'obiettivo più prossimo a Sap Si, per cassa e per compatibilità di lingua, pare essere Plaut, la società austriaca già integratore dell'Erp tedesco, che lo scorso anno ha fatturato più di 52 milioni di dollari e che opera anche sul mercato d'Oltremare, ma che è già in parola per la cessione con Ids Scheer.


Per Sap Si, quindi, sarà vitale inserirsi nella trattativa e anche in tempi brevi, anche perché i risultati del suo secondo trimestre 2003 non sono confortanti.


La società di servizi di Sap, infatti, ha dovuto registrare un calo del fatturato globale dell'8,4%. Ma è il mercato statunitense a preoccupare di più: qui le vendite (servizi di consulenza, hosting e application management) sono calate di oltre il 32%, passando da 7,53 a 6,6 milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here