Sap: oggi è più facile estrarre valore dai dati

Muovendosi fra analytics, cloud, mobile per l’ad Luisa Arienti c’è uno spazio vitale nuovo. Lo dicono anche gli utenti.

Punta a raddoppiare entro la fine del 2016 un volume complessivo annuale di transazioni gestite su Ariba attualmente pari a 500 miliardi di dollari Sap che, al claim “Your cloud. Your way.”, ricorda la necessità di “inventare un nuovo modo di fare business all’interno di universo iperconnesso”.

Lo dice Luisa Arienti che, in procinto di spegnere la sua prima candelina nel ruolo di amministratore delegato di Sap Italia, in occasione del Sap Forum 2013, ha sottolineato “l’importanza di capire qual è il reale utilizzo dei Big Data in funzione dello scenario competitivo in cui le aziende operano”.

Confermato l’interesse su applicazioni, mobile, cloud, data technology e analytics, la vera novità per Arienti, è che “oggi, in queste 5 aree di sviluppo, per i clienti è molto più facile estrarre valore, in quanto powered by Sap Hana, ossia in grado di mettere a frutto le potenzialità della nostra piattaforma a fini decisionali”.


Un ruolo sempre più da cloud company

Attenta a cogliere le esigenze espresse dai clienti, tra le aree in cui Sap è indiscutibilmente cresciuta “per acquisizioni, per sviluppo e con i nostri partner” figurano la gestione delle risorse umane e quella degli acquisti e dei fornitori in area cloud.
E se quest’ultima è merito dell’ingresso a portafoglio della già citata Ariba, è all’acquisizione di SuccessFactor che bisogna risalire per comprendere le potenzialità di uno strumento che permette, “in area cloud, l’individuazione e la selezione dei talenti in azienda”.

Da qui a ricordare che, con il recente lancio di Sap Hana Enterprise Cloud Service, Sap consente ai clienti di far girare le loro applicazioni su una versione cloud di Hana offerta dalla stessa Sap attraverso i suoi datacenter, oppure dai partner che propongono servizi di hosting, il passo è breve e muove nella direzione di sfatare l’assunto che non si possono gestire in cloud applicazioni mission critical.

Ciò detto, l’on premise non va dato per spacciato “perché - ricorda Arienti - sono le aziende a decidere quando e che cosa portare sulla nuvola”.


Se è il cliente che detta le regole del gioco

Ne sa qualcosa la catena di store statunitense Sysco Corporation che, datasi come priorità il mantenimento e la fidelizzazione dei propri clienti, ha implementato soluzioni Sap per realizzare quella che Alberto Bastianon, responsabile area prevendita di Sap Italia, ha definito: “Una nuova dimensione di interazione con il cliente capace di riflettersi in maniera efficiente lungo tutta la gestione della catena”.

Vero è che, avvezzi a interagire con omogeneità di comportamento ai diversi ruoli che competono a ognuno di noi, in qualità di clienti, dipendenti e cittadini, “ci aspettiamo di non dover cambiare ogni volta l’interfaccia utilizzata a seconda di come e a cosa ci colleghiamo nelle attività quotidiane”.
Da qui l’idea di un’interfaccia utente come quella offerta da Sap Fiori, recentemente oggetto di un deployment condotto a livello globale da Colgate Palmolive che, “in sole tre settimane, senza alcuna interruzione del servizio”, l’ha implementata su tutti i dispositivi in uso in azienda.

E da noi?
Bastianon non si lascia cogliere impreparato e, accanto ai nomi blasonati di Alenia Aermacchi e Luxottica sfoderati in conferenza, ci cita in separata sede quello di Publiacqua, società affidataria della gestione del servizio idrico integrato in un territorio che interessa le province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo.

Considerabile un cliente di medio-piccole dimensioni attivo nel settore dei servizi ai cittadini - ci dice Bastianon - ha dato prova di saper investire su Hana e su soluzioni di mobilità per la propria workforce automation ora in grado, nella fase di manutenzione degli impianti, di sapere se cambia la pianificazione degli interventi assegnati senza dover tornare in ufficio ed ovviando ai tempi di attesa per i clienti”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here