Sap e Oracle estendono il supporto per Xml

L’Xml (Extensible Markup Language) sta guadagnando sempre più consensi e, adesso, riscuote l’interesse dei costruttori impegnati nel campo dell’Erp (Enterprise Resource Planning). Sap, in particolare, sta pensando di aprire il proprio R/3 a ques …

L'Xml (Extensible Markup Language) sta guadagnando sempre più consensi e,
adesso, riscuote l'interesse dei costruttori impegnati nel campo dell'Erp
(Enterprise Resource Planning).
Sap, in particolare, sta pensando di aprire il proprio R/3 a questo nuovo
linguaggio per favorire gli sviluppatori.
La società tedesca ha tenuto a precisare che si tratta di un'esigenza
sentita soprattutto dai clienti, per cui hanno deciso di inserire il
supporto per Xml nell'ambito del programma Complementary Software Program
per sviluppatori.
Sono tre le aree in cui Sap ritiene che il linguaggio Xml possa risultare
vantaggioso: innanzitutto fornisce una piattaforma per la comunicazione
business to business su Internet; in secondo luogo, Xml porta sul client
molta "dell'intelligenza" propria delle attività della azienda; infine, pu
ò
automatizzare il workflow. Più precisamente, i responsabili della societ
à
tedesca hanno indicato, quali aree applicative, la supply chain,
l'automazione della forza vendita, la produzione di tipo discreto e il
settore finanziario.
Sap, peraltro, sta seguendo una moda abbastanza diffusa tra i produttori di
sistemi Erp, sempre più orientati ad aprire le proprie soluzioni verso il
Web. Per questo, Xml sembra essere la chiave giusta.
Ma l'interesse non si ferma a questo tipo di soluzioni. Oracle sta
studiando l'impiego di Xml come spina dorsale della propria strategia di
meta data repository, in via di sviluppo. Un po' più in dettaglio,
osserviamo che Oracle sta verificando l'impiego dell'Xml quale meccanismo
di scambio dei meta dati in un data warehouse Oracle. I piani di
realizzazione del citato repository, per la verità, dovrebbero essere gi
à
in fase avanzata, forse troppo per un ripensamento, ma non è escluso che
l'Xml possa essere adottato in una successiva versione. Già per fine mese,
infatti, sono attese le prime indiscrezioni sulle caratteristiche.
Oracle, inoltre, ha proposto all'Omg (Object Management Group), insieme a
Ibm e Unisys, una nuova specifica chiamata Xmi (Extensible Markup
Interchange). Queste legherebbero insieme Xml, Uml (Unified Markup
Language) e lo standard Mof (Meta Objects Facility).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here