Sap: è il momento del Cio empowerment

Azienda digitale? Vorrei, ma non riesco. La ricerca Skills for Digital Transformation, realizzata dalla Technical University di Monaco e Sap, mostra un quadro critico: le aziende sanno dell'importanza del digitale, ma mancano di competenze specifiche e non riescono ad adeguarsi al cambiamento. In questo modo il business diventa fragile e la digital transformation passa da opportunità a minaccia.
L'indagine è stata condotta tra luglio e ottobre 2015 su 81 dirigenti esecutivi, dei quali 53 sono in posizione di Cio. Gli intervistati provengono da 16 nazioni, con una composizione piuttosto interessante: 28% Cina, 26% Germania, 10% Italia ed Argentina e 5% Australia, la prima anglofona. Il 27% delle aziende rappresentate fattura meno di 250 milioni di dollari, il 40% sopra il miliardo. Il quadro sulla penetrazione della DT è molto chiaro, insieme ad alcune ricette per accelerare l'adozione dell'innovazione.

Sappiamo, ma non possiamo
Secondo la ricerca il 27% degli intervistati ha affermato di avere un piano per attuare le proprie strategie digitali, ma solo il 17% ha riconosciuto che i propri dipendenti abbiano le competenze digitali giuste per guidare la nuova evoluzione del business. Si tratta di un approccio che solleva più d'una perplessità: ad esempio quasi il 73% dei rispondenti conferma l'importanza di analytics e big data, ma solo il 39% dichiara di possedere le competenze necessarie, per cui il parere dato è generale e non specifico sull'attività svolta.
Al centro della trasformazione digitale vi è un cambiamento culturale nel modo in cui le aziende pensano e operano. Il successo per le imprese non risiede tanto nelle tecnologie, ma in una nuova filosofia di collaborazione digitale tra tutti i dipendenti, indipendentemente dal ruolo e livello. Lo studio mostra che una profonda comprensione degli obiettivi di business tra le diverse divisioni e un uso esteso della tecnologia sono fattori chiave per consentire alle aziende di cavalcare con successo l’onda della trasformazione digitale. In aggiunta, tecnologia e strategie devono essere utilizzate sinergicamente per promuovere innovazione e crescita.
Più dell’80% dei Cio intervistati ha affermato che saper guidare il cambiamento rappresenta la seconda caratteristica più importante per avere successo nel nuovo scenario della digital transformation, subito dopo la sicurezza. La digitalizzazione mostra la propria forza disruptive minacciando il loro business model nel 38% dei casi, ma solo il 35% dei rispondenti afferma che la loro azienda ha una definita strategia di DT. “La digital transformation ha una ricaduta diretta sia sui risultati di business che sulle infrastrutture It”, ha commentato Helmut Krcmar, Presidente dell’Information Systems del Dipartimento di Informatica della Technical University di Monaco; “la nostra analisi sottolinea la necessità di formare dipendenti e manager in maniera trasversale e, al contempo, attirare nuovi talenti qualificati: noi vogliamo mostrare alle organizzazioni l’importanza delle competenze digitali per colmare il gap e stimolare la formazione in questa direzione”.

Formazione a ciclo continuo
Per una trasformazione digitale di successo è ovviamente cruciale una conoscenza approfondita in settori quali sicurezza, gestione del cambiamento e gestione delle reti aziendali: ecco perché il ruolo degli esecutivi It deve diventare molto più strategico ed essere connesso al corretto sfruttamento dei talenti aziendali.
Le aziende devono attuare strategie vincenti per cavalcare in modo efficace il cambiamento”, ha commentato Bernd Welz, Executive Vp e Responsabile Globale Scale, Enablement and Transformation di Sap; “coltivare i talenti è fondamentale, proprio mentre la carenza di competenze digitali è significativa, per cui le organizzazioni sono chiamate a colmare questa lacuna”. Sulla formazione interna l'offerta Sap è molto forte, articolata sul Mooc openSap, sul Learning Hub specifico per l'offerta Sap e l'Academy Cube che mette a disposizione e-learning ed offerte di lavoro.
Per sfruttare a proprio vantaggio la DT, quindi, le ricette principali devono essere legate agli individui. Per la prima ricetta bisogna dare al Cio responsabilità strategiche che oggi non ha, per guidare l'azienda alla DT prima che sia troppo tardi. Per la seconda è necessario un forte incremento di attenzione al ciclo di vita del talento interno.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here