In sanità e hi-tech le supply chain più innovative al mondo

Sanità, high tech, prodotti di consumo sono le categorie utilizzate da Gartner per assegnare i premi Supply Chainnovator 2018, i riconoscimenti vogliono mettere in rilievo le iniziative non convenzionali, innovative e ad alto impatto della supply chain.

Nella catena di approvvigionamento del settore sanitario Advocate Health Care ha vinto il premio per la sua supply chain e la collaborazione clinica con Abbott per affrontare il problema della malnutrizione dei pazienti.

Le conseguenze in termini di costi della malnutrizione ospedaliera sono state una delle principali preoccupazioni per decenni e l'intervento nutrizionale è stato trascurato come strategia per ridurre le riammissioni e la durata dei ricoveri.

Advocate e Abbott hanno collaborato per determinare se lo screening dei pazienti e la somministrazione di integratori durante il ricovero ridurrebbe le riammissioni. Per accelerare l'erogazione automatica degli integratori alimentari sono state introdotte tecnologie informatiche nelle cartelle cliniche elettroniche.

Un algoritmo ha determinato il tipo di Ons (Oral nutritional supplements) da somministrare in base alla dieta del paziente e allo screening della malnutrizione. La partnership ha ottenuto risultati significativi: i tassi di riammissione di 30 giorni sono stati ridotti del 29%, la durata delle degenze ospedaliere del 26% e l'analisi dei costi ha evidenziato risparmi di oltre 3.800 dollari per paziente trattato nell'arco di sei mesi.

Johnson & Johnson. Ha vinto nel 2018 il premio Healthcare Manufacturers, Distributors, and Retailers Supply Chainnovator per il suo Centro di eccellenza per la Stampa 3D (Coe). Il Coe, lanciato nel 2015, è composto da circa 25 persone a tempo pieno, all'inizio per lo più tecnici. Nel tempo si è esteso fino a includere ruoli di sviluppo del business che si collegano con le organizzazioni commerciali e di R&S in ogni business unit. A oggi, il Coe ha lanciato 12 prodotti e processi in tutte le categorie di impianti e strumenti, con altri 18 in fase di sviluppo. Questi prodotti hanno riguardato i dispositivi medici (come gli impianti ortopedici e le gabbie di ricostruzione) e la salute dei consumatori (ottimizzazione della catena di approvvigionamento dei flaconi di Listerina).

Il Coe ha permesso un più rapido sviluppo dei prodotti, la capacità di sviluppare soluzioni personalizzate e su richiesta per la salute, efficienza produttiva, progetti innovativi e una riduzione complessiva dei costi della supply chain grazie alla riduzione delle scorte di magazzino.

Flex. Una società di soluzioni per la supply chain end-to-end che fornisce funzionalità di progettazione, engineering, logistica e servizi post-vendita per oltre 1.000 catene di fornitura in 18 settori diversi, è stata riconosciuta per la sua piattaforma Intelligent Supply Chain che consente una visibilità quasi in tempo reale e accelera la sua capacità di rispondere agli eventi della supply chain attraverso la sua rete. La piattaforma Intelligent Supply Chain ha trasformato la cultura e il modo di operare di Flex sostituendo i feed di dati frammentati - che hanno rallentato il processo decisionale - con dati sincronizzati in tempo quasi reale. L'aumento della velocità ha inoltre ridotto i costi, accelerato il capitale circolante, ridotto i tempi di consegna e migliorato la soddisfazione dei clienti. Ad oggi, la piattaforma Intelligent Supply Chain di Flex ha generato centinaia di milioni in free cash flow, pagandosi da sola entro 90 giorni dal lancio.

Intel. Tradizionalmente vocata alla produzione interna, Intel ora sfrutta un modello di produzione ibrido che integra risorse di produzione interne ed esterne. Per realizzare il suo obiettivo di gestire efficacemente questa supply chain ibrida, la società ha introdotto un nuovo approccio per combinare domanda, offerta e approvvigionamento creando un sistema configurabile e integrato per la pianificazione e l'ottimizzazione del suo portafoglio diversificato di prodotti e siti di produzione.

Intel stima il valore del suo nuovo sistema di pianificazione in molti modi - dai benefici della semplificazione dei processi alla sua capacità di velocizzare e migliorare il processo decisionale. Per i prodotti pianificati e acquistati utilizzando questo strumento, Intel riporta un impatto positivo di 100 milioni di dollari sul margine lordo, sulla riduzione dei costi e sull'ottimizzazione delle risorse. Attraverso l'attenzione del team per lo sviluppo di uno strumento con la flessibilità necessaria per soddisfare le esigenze di ogni singola azienda, il team ha implementato un sistema con la capacità di sostituire i processi unici di pianificazione e approvvigionamento che erano stati precedentemente eseguiti da più strumenti, tra cui e-mail e fogli di calcolo.

Brightstar. Ha vinto per la sua iniziativa di supply chain economica circolare che permette all'azienda di trasformare i vecchi dispositivi mobili in un nuovo e redditizio flusso di entrate. Per raggiungere questo obiettivo, Brightstar si avvale di una rete di rivenditori di telecomunicazioni per riacquistare i dispositivi usati. Questi sono poi rapidamente valutati ed elaborati utilizzando una combinazione di robotica, machine learning e intelligenza artificiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome