Samsung, l’It è concretezza

La vocazione all’innovazione, l’intensa attività di ricerca e sviluppo e la presenza fattiva nel B2B, spiegate dal direttore commerciale, Carlo Barlocco.

Samsung Electronics Italia (filiale del colosso da 96 miliardi di dollari di fatturato nel 2008, con circa 150.000 dipendenti che operano in 141 basi operative in 59 Paesi del mondo) è arrivata in Italia nel '93, prima con i prodotti audio video e “bianchi”, per poi arricchire via via la gamma con l'hardware informatico nel '94, con i cellulari nel 2001, diventando nel 2006 l'azienda numero uno in Italia nell'elettronica di consumo.

Ma pochi sanno che Samsung è leader a livello mondiale anche nel settore dell'Information technology: proprio sfruttando i continui e cospicui investimenti in ricerca e sviluppo, perseguendo la propria vocazione all'innovazione tecnologica e la cura per il design, anche in Italia la Divisione It di Samsung ha consolidato il proprio posizionamento nel segmento business, grazie all'ampia offerta di prodotti che includono stampanti, multifunzione, monitor e dal 2007 anche notebook professionali, partendo prima con prodotti dedicati alle Pmi e poi al settore enterprise.

Alla guida della divisione It troviamo Carlo Barlocco, direttore commerciale, che ci spiega come, fin dall'inizio, la scelta sia stata quella di adottare un modello di approccio al mercato completamente indiretto: «Nel complesso Samsung Electronics Italia è un'azienda snella, che conta circa 300 persone e che nel 2008 ha fatturato 1,68 miliardi di Euro: di questi, quasi il 20% è stato realizzato dal canale BtoB, segmento che è tuttora in forte crescita. A testimonianza di ciò, la sola divisione It conta oggi 66 persone rispetto alle 38 di un anno fa, con l'obiettivo di arrivare a 74 nel 2010. La forza della nostra divisione risiede proprio nell'aver costituito internamente una struttura dedicata espressamente a questo canale e alle sue specificità. Infatti, i partner conoscono il territorio e le aziende che vanno a servire, e sono in grado di offrire dei servizi dedicati di elevata qualità: per questo, essi sono indipendenti nella realizzazione di progetti per i clienti, mentre noi offriamo loro lo sviluppo ingegnerizzato di prodotti hardware e soluzioni software, e diamo loro un supporto completo a livello di formazione. Al nostro interno, oltre al team di marketing, di vendita e di post-sales, abbiamo creato specificamente per il B2B un team di pre-sales in grado di attivare un contatto one-to-one con i Cio e i responsabili It di medie e grandi aziende, per spiegare come con le nostre soluzioni essi possano migliorare la produttività e la redditività delle proprie aziende. Quando ci rivolgiamo ai grandi clienti, andiamo noi direttamente a proporre le soluzioni, affiancati da un nostro partner sul territorio al quale sono poi demandati non solo la vendita, ma anche i servizi di installazione, integrazione, manutenzione e assistenza».

Per quanto riguarda l'offerta di nuovi prodotti, sempre più vasta e innovativa, Barlocco ha sottolineato che essa è il risultato del grande impegno di Samsung nelle attività di Ricerca & Sviluppo, per le quali l'Azienda ha investito nel 2008 il 9,3% del proprio fatturato, e che vedono impegnati circa 42.000 ricercatori distribuiti in 23 centri in tutto il mondo.

«Nell'ambito del visual display, di cui Samsung è leader mondiale - ha sottolineato Barlocco - abbiamo introdotto non solo i monitor per pc, ma anche una gamma di prodotti legata al digital signage, composta da schermi di grande formato dedicati alla comunicazione dinamica e interattiva in aree pubbliche, con pannelli che vanno dai 32” agli 80” con una varietà pressoché infinita di soluzioni, per soddisfare qualsiasi esigenza dell'utente, dagli schermi ad alta risoluzione per impieghi professionali e di controllo fino ai touch-screen per fornire informazioni e indicazioni; dai video-wall fino ai prodotti per uso esterno; dalle soluzioni per la misurazione dell'audience fino ai monitor collegabili in rete, supportati da software per gestire da remoto palinsesti anche molto complessi. Questo per noi è un mercato in crescita, perché oltre agli strumenti hardware che stanno diventando sempre più tecnologicamente avanzati, oggi siamo in grado di fornire, grazie anche ai nostri partner, soluzioni su misura per i nostri clienti, qualunque siano le loro esigenze di comunicazione e visualizzazione. Quindi, non più un semplice monitor e una fonte che le dà il segnale, ma una connessione diretta e immediata per cui da una centrale operativa, magari posta a chilometri di distanza, si riesce a programmare e controllare la comunicazione, minuto per minuto, su centinaia di schermi, e con contenuti anche differenti su ogni singolo schermo».

Sul fronte delle soluzioni di stampa, Samsung offre gratuitamente insieme alle proprie stampanti e ai multifunzione professionali un software proprietario che consente la gestione ottimale del parco stampanti installate in rete. Grazie al software SyncThru, è infatti possibile mappare facilmente l'intero ambiente di stampa aziendale (che può includere stampanti Samsung e di altri marchi), codificando e schedando tutti i prodotti in rete e soprattutto analizzando le quantità di stampa ed i consumi di ogni singolo apparato. Questo è il punto di partenza per sviluppare un progetto che, in funzione degli utenti collegati, delle macchine disponibili e delle necessità di stampa, consente di valutare come ottimizzare la gestione documentale e razionalizzare i costi di esercizio.
Sempre nelle primissime posizioni nelle “guide to greener electronics” che semestralmente Greenpeace redige, Samsung pone molta attenzione anche al risparmio energetico ed all'impatto ambientale di tutti i prodotti che realizza.

«Samsung - ha spiegato il manager - propone soluzioni per il risparmio energetico a tutto campo; nel comparto dei visual display, ad esempio, nelle grandi installazioni si sta passando sempre più a soluzioni integrate monitor + pc con strumenti per la videoconferenza; grazie a queste in ufficio non si ha più bisogno di avere in un angolo una postazione per fare la videoconferenza e un monitor sulla scrivania per lavorare: Samsung propone infatti un solo monitor, collegato in rete con la telecamera, che da un lato permette di continuare a lavorare, e dall'altro di partecipare alla videoconferenza. Collegandosi in rete con un semplice click sull'apposito programma installato, è possibile partecipare alla videoconferenza, decidendo liberamente di farla a pieno schermo oppure di mettere in piccoli riquadri gli altri interlocutori mentre sulla restante parte del monitor si continua a lavorare. Simili soluzioni integrate portano un notevole risparmio sia dal punto di vista dei costi di installazione e di gestione, sia sotto il profilo dei consumi energetici. Si pensi, per esempio, ai call center dove di solito si trovano, per ogni postazione, un pc, una connessione di rete e un modem: oggi con un thin client, che viene gestito centralmente, si ottengono risparmi energetici almeno del 30%, per non parlare della maggiore semplicità di gestione. Se poi viene paragonato a un vecchio monitor Crt, il risparmio di un thin client arriva anche al 50%. Di recente abbiamo sviluppato dei progetti in collaborazione con gli It manager delle banche, e abbiamo dimostrato che, dato un certo quantitativo di nuovi monitor installati nelle sale operative delle banche, destinati alla comunicazione di dati, il solo risparmio energetico assicurato da simili configurazioni permette di rientrare della spesa effettuata in soli sei mesi».

Inoltre, la nuova tecnologia Led, che per il momento Samsung utilizza sui televisori, verrà presto applicata anche nei monitor B2B, per diminuire ulteriormente i consumi, assicurando al tempo stesso una qualità di riproduzione di dati e immagini senza precedenti.

Molta attenzione viene dedicata anche ai materiali utilizzati: per esempio, la linea di monitor Ecofit utilizza materiali eco-compatibili e quindi facilmente riciclabili.
E anche la relazione fra macchina e utente viene studiata con la massima attenzione: l'analisi dell'ergonomia e del design dei prodotti assume una valenza cruciale quando si pensi al mondo B2B.

«Per esempio - ha proseguito Barlocco - studiamo con attenzione l'ingombro e il livello di rumorosità di tutte le nostre stampanti; questa cura ci ha permesso di introdurre sul mercato prodotti come la Clx-3175, multifunzione laser a colori fra le più compatte e silenziose al mondo, adatta per essere collocata direttamente sulla scrivania, garantendo al tempo stesso massima silenziosità operativa e raffinatezza funzione ed estetica. Non a caso, vista la sensibilità tutta italiana per il bello, proprio presso la nostra sede di Cernusco sul Naviglio, vicino a Milano, ospitiamo uno dei 7 design center che Samsung ha nel mondo. Le persone di questi centri non lavorano sui prodotti, ma abitando in contesti culturali particolarmente vivaci e stimolanti, hanno come missione quella di cogliere le tendenze emergenti, dai colori ai materiali. Per questo, essi operano a stretto contatto con realtà diverse dalla nostra, come le case di moda o i designer delle grandi case automobilistiche, o le società che sviluppano nuovi materiali; una volta identificati i trend più interessanti, li comunicano ai nostri centri di Ricerca & Sviluppo, che hanno poi il compito di integrarli e applicarli nello sviluppo ingegneristico dei prodotti. E per concludere, un altro punto su cui siamo particolarmente attenti è la qualità dei prodotti, non solo in fase di progettazione, ma anche in fase di esecuzione. Poiché la nostra missione consiste nell'assicurare la massima soddisfazione del cliente, i nostri prodotti vengono testati uno ad uno. L'esempio più lampante è quello dei notebook: nella fabbrica dove essi vengono prodotti, ogni singolo esemplare viene sottoposto a centinaia di test di resistenza a ogni sollecitazione (urti, torsioni, cadute, pressioni, fino al rovesciamento di liquidi su tastiere e circuiti) prima di poter essere messo in commercio, per assicurare al suo utilizzatore la massima affidabilità in qualsiasi condizione d'uso».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here