Samsung entra nel B2B e punta a Industria 4.0

Portare un marchio consumer come Samsung nel mondo B2B per inseririsi nel promettente filone di Industria 4.0. Compito non facile che Samsung approccia grazie “a una semplificazione architetturale e una convergenza che riguarda anche i linguaggi di programmazione con cui vengono scritte macchine ed endpoint”, ci spiega Carlo di Fiore, business development manager It B2B sales di Samsung.

Veniamo da una situazione, prosegue Di Fiore, dove si stampavano fogli A4 da mettere in bacheca per le comunicazioni al personale, mentre oggi c’è la possibilità di avere un display dinamico che può visualizzare il cruscotto in tempo reale della linea di produzione. “In questo modo abbiamo messo in comunicazione la macchina con il sistema gestionale che produce i dati necessari da analizzare là dove servono a bordo macchina”.

Il display per comunicare anche nel B2B

Grazie alla logica open platform è possibile interfacciarsi con gran parte dei software in circolazione, utilizzando come interfaccia fra la soluzione del cliente e i dispositivi Samsung il sistema operativo Tizen proprietario della casa coreana che serve anche per interconnettere al display i dispositivi della IoT.

Il display viene utilizzato da operai e direttore di produzione ed è il luogo dove si svolgono rapidi biefing e dove è possibile visualizzare visualizzare l’andamento della linea di produzione, della macchine, del tasso di guasto nella filiera produttiva e l’efficientamento del sistema interagendo grazie al touch.

La convergenza consiste nell’aver utilizzato la stessa logica degli altri mercati con un display intelligente, in pratica un pc, che possiede un sistema di calcolo integrato che legge i dati in un linguaggio standard html. Se sul sistema di backend è tutto predisposto per leggere i dati è possibile acquisirli dove serve”.

Adattati all’ambiente industriale con protezione contro la polvere e le escursioni termiche, con l’aiuto a volte anche di dispositivi rugged, i display utilizzano un’architettura on chip che nell’80% dei casi non prevede un media player per la riproduzione dei contenuti contenuti nel display che ha una sua capacità di elaborazione grafica e di immagazzinamento dei dati e un browser nativo con caratteristiche diverse da quelle di un browser normale.

Rold, specializzata nella produzione di componenti per elettrodomestici, e Fca sono due casi applicativi delle soluzioni proposte da Samsung.

In entrambi i casi è previsto l’utilizzo anche di wearable, ma mentre per Rold l’utilizzo riguarda gli alert in caso di problemi alle macchine, per la casa automobilistica l’utilizzo riguarda la check list effettuata dall’operaio direttamente dalla sua postazione per verificare che tutto sia a posto per quanto riguarda il controllo qualità.

Per quanto riguarda Rold la collaborazione con Samsung ha permesso di mettere a punto una piattaforma che rappresenta un access point per l’Industry 4.0. Rold smartfab è infatti una piattaforma ready to use in grado di connettere essere umano, macchina e informazione.

Rispondendo alla specifica esigenza di verificare in tempo reale linee di produzione, rendimento delle macchine e qualità dei lotti, la soluzione rende possibile l’ottimizzazione dei processi di gestione dei dati, l’analisi dei macchinari, l’attivazione delle notifiche di allarme e dei sensori, la manutenzione dei sistemi.

Lungo le linee di produzione, l’installazione di soluzioni Smart Signage di Samsung per il controllo e l’analisi dei flussi di informazioni rende i dati disponibili in tempo reale e gli smartwatch Samsung Gear S2 consentono la gestione diretta degli allarmi del sistema informativo, attraverso la visualizzazione in tempo reale dei codici di errore e di eventuali problemi.

Con Gear Vr è poi possibile avere un’interazione più immediata con prodotti e macchinari e Samsung e-Board, progettata con uno schermo Lcd ad alta risoluzione, che garantisce alti livelli di collaborazione tra i dipendenti e con i sistemi di controllo e gestione della produzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here