Salto agli ostacoli per il mobile

Molteplicità delle piattaforme, frammentazione nell’offerta dei dispositivi, mancanza di standard tecnologici, difficoltà di integrazione, soluzioni puntuali in ambito di sicurezza e la rapida evoluzione del segmento costituiscono ancora oggi gli ostac …

Molteplicità delle piattaforme, frammentazione nell'offerta dei dispositivi, mancanza di standard tecnologici, difficoltà di integrazione, soluzioni puntuali in ambito di sicurezza e la rapida evoluzione del segmento costituiscono ancora oggi gli ostacoli maggiori nella diffusione delle soluzioni di mobility all'interno delle imprese.

«Per superarli - ha puntualizzato Monica Basso, vice president di Gartner Research - suggeriamo, innanzitutto, a chi opera in questo settore di supportare le aziende nello sviluppo di una strategia a lungo termine e una a breve, in cui stabilire la successione tattica delle applicazioni da rendere mobile. In questo modo si potranno stabilizzare maggiormente gli investimenti. Occorrerà, inoltre, far comprendere con chiarezza il Total cost of ownership delle soluzioni implementate, evidenziando che il Tco medio di una semplice applicazione di wireless e-mail per utente si aggira tra i 1.307 e 2.676 euro all'anno, cifre attribuibili solo per il 50% alla voce infrastrutturale, per il resto al supporto, al mantenimento e altro ancora».

Vista la difficile valutazione del Return on investment di questo tipo di soluzioni, è utile a chi opera in questo settore mostrare, poi, il Value on investment, evidenziando anche i vantaggi intangibili, come la possibilità di interagire meglio con le richieste dei clienti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here