Salta l’accordo tra At&t e T-Mobile Usa

La strenua opposizione degli enti regolatori statunitensi mette fine all’accordo annunciato la scorsa primavera. Conto salato per At&t.

Salta, e in via definitiva, l'accordo tra At&t e Deutsche Telekom.
L'operazione da 39 miliardi di dollari, in virtù della quale At&t avrebbe rilevato le attività nel mondo delle comunicazioni wireless di Deutsche Telekom negli Stati Uniti non si farà.

Troppo forte l'opposizione da parte degli enti regolatori, nonostante settimane di continue trattative.
Alla fine, per le due aziende la situazione torna esattamente al punto di partenza, con At&t in cerca di un partner grazie al quale ampliare la sua copertura wireless sul territorio statunitense e con Deutsche Telekom in cerca di una
soluzione per mettere in sicurezza le attività di T-Mobile Usa, o attraverso nuovi e onerosi investimenti, o attraverso un'uscita definitiva dal mercato d'OltreOceano.

Non solo.
Il fallimento dell'operazione non è a costo zero per At&t, che, certa di non trovare particolari ostacoli sul suo cammino, aveva addirittura garantito un compenso di 4 miliardi di dollari a T-Mobile, in caso di rottura delle trattative. 4 miliardi di dollari che andanno ad appensantire il suo bilancio nel corso di questo trimestre.

Un errore di valutazione, definiscono gli analisti la mossa di At&t, che non ha saputo misurare il peso e l'importanza del via libero degli enti regolatori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here