Salta l’accordo sullo storage fra Ibm e Compaq

Le due aziende, di comune accordo, hanno deciso di non rivendere più i rispettivi prodotti high-end, concentrandosi di nuovo solo sulle tecnologie in-house. Resta l’intento di lavorare sulla reciproca interoperabilità.

Concretizzando le avvisagli arrivate nei giorni scorsi, Ibm e Compaq hanno deciso di porre fine all'accordo commerciale dello scorso anno nel campo dei prodotti storage di fascia alta. Nel giugno del 2000, con molta enfasi, le due rivali fecero sapere di aver inserito nei rispettivi listini alcuni prodotti della sorprendente nuova partner. In particolare, Ibm avrebbe rivenduto gli Ma8000 e Compaq gli Enterprise Storage System, meglio noti come Shark. A fare il primo passo verso la fine dell'intesa è stata Ibm, che ha annunciato la settimana scorsa l'uscita di un modello; il Fast T700, in diretta competizione con il prodotto Compaq che era oggetto dell'intesa. La risposta di Compaq è arrivata con analoga mossa e il conseguente annuncio del prodotto high-end Enterprise Virtual Array. Inevitabile, a questo punto, la decisione di rendere ufficiale la fine dei rapporti commerciali. Le due aziende, invece, continueranno a collaborare per rendere interoperabili i rispettivi prodotti server e storage.
La rottura è conseguenza di alcuni mutamenti di mercato intervenuti nel corso di questo anno. Da un lato, l'accordo era, all'epoca, un tentativo di arginare l'ascesa di Emc, leader di mercato, oggi invece in difficoltà; soprattutto a causa della recessione internazionale. Inoltre, Compaq sta per fondersi con Hewlett-Packard, dando vita a un colosso dalle dimensioni prossime a quelle della stessa Ibm. Peraltro, Compaq ha iniziato ad avvisare già da sei mesi la propria clientela del probabile cambio di strategia nel settore. Semmai, l'uscita dell'Enterprise Virtual Array pone un ulteriore conflitto in vista della megafusione, visto che Hp ha un accordo commerciale per rivendere i prodotti di Hitachi Data Systems. Il dispositivo di Compaq arriva a una capacità di 17 Tb con 240 drive, ma le configurazioni tipiche prevedono 3 o 5 Tb, per prezzi fra i 240mila e i 400mila dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here