Saga cerca Var

La software house milanese, attiva in ambito Pal e Pmi, si apre alla vendita diretta e seleziona nuovi partner

Saga, softwarehouse italiana di media grandezza (fattura 12,5 milioni di euro), conosce bene il mercato della Pubblica amministrazione locale e si sta muovendo anche in quello della piccola e media impresa. Per meglio affrontare quest'ultimo ha deciso di ricorrere alla collaborazione di nuovi partner commerciali (tipicamente piccole software house o Var) che fungano da promoter o da veri e propri agenti e consulenti. “Fino a qualche tempo fa - spiega Bruno Garavelli, direttore generale dell'azienda milanese - operavamo in maniera diretta sulle Pmi e attraverso una serie di agenti che coprivano per lo più tutto il territorio itaiano. Da quest'anno, invece, anche attraverso due acquisizioni (si tratta di Tecnicomp e di Mcp entrambe attive in ambito Pal) abbiamo allargato la strategia commerciale al canale indiretto. Per questo cerchiamo realtà in grado di supportare i nostri prodotti e magari, perché no, entrare a far parte del nostro orizzonte aziendale”. Saga, infatti, non esclude di promuovere altre acquisizioni.
In portafoglio ha un Erp di “taglio medio”, con forti velleità in ambito Crm, che viene proposto con una particolarità “non è l'azienda che deve adattarsi ai processi disegnati da questo gestionale - fa osservare Garavelli -, ma è il gestionale che si adatta all'azienda”. In questo modo la “consulenza” o il servizio che dir si voglia non sarà per forza preponderante nell'offerta. Un nuovo modo di proporre l'Erp che potrebbe essere vincente, visto che fino a oggi le piccole imprese lo hanno guardato come un prodotto un po' “invadente”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here