SafeCity è la soluzione Huawei per la pubblica sicurezza

Huawei ha presentato la soluzione eLTE SafeCity al Critical Communications World 2017.

La soluzione è il risultato dell’impegno congiunto di Huawei e dei suoi partner per migliorare la sicurezza globale e fornire a governi e clienti reti wireless E2E affidabili ed efficienti per supportare servizi convergenti, sensori multipli e servizi cloud mobili.

In una fase di sviluppo urbano, dove gli standard di vita sono sempre più alti, salvaguardare persone e cose è diventato una sfida sempre più complessa da affrontare per i governi e le forze dell’ordine che hanno il compito di amministrare una città, gestirne gli eventi e far fronte a eventuali emergenze.

Da questo punto di vista, le reti narrowband tradizionali con servizi voce di base non soddisfano pienamente i requisiti delle reti del futuro.

La soluzione eLTE SafeCity di Huawei raccoglie questa sfida affiancando a tecnologie di trunking E2E eLTE, applicazioni dati a banda larga, mobile video, wireless video backhaul e prodotti accessori.

Sicurezza urbana integrata

La soluzione eLTE SafeCity integra servizi voce, video, dati e di informazione geografica (GIS) con sistemi di sorveglianza, controllo e distribuzione in un’unica rete.

La soluzione può incorporare le risorse di servizi già esistenti e integrare vari tipi di reti di comunicazione, pubbliche o private, a banda larga o narrowband, via cavo o wireless, includendo inoltre soluzioni di controllo cloud per numerose tipologie di servizi.

La soluzione, basata su 4G/4.5G permette di impostare chiamate di gruppo a 300 ms e con un ritardo di soli 150 ms, valori che rappresentano entrambi un record nel settore.

Terminali per il trunking di ogni livello sono disponibili con vari prodotti accessori dotati di certificazione IP67 come microfoni auricolari, microfoni da spalla e videocamere indossabili. Tutti i prodotti sono pensati per resistere in ambienti difficili, a polvere, umidità e urti.

La soluzione eLTE eFEC per il controllo di situazioni di emergenza può essere facilmente implementata in 15 minuti, ed è ideale per servizi di sicurezza, soccorso in caso di catastrofi, pattugliamento di confini, interventi di emergenza e riparazioni urgenti.

Lo spettro è fondamentale per le comunicazioni radio ma lo spettro licenziato non è accessibile a tutti gli utenti e, in certi casi, utilizzare le risorse disponibili è l’unica scelta possibile.

La soluzione eLTE-Licensed di Huawei consente agli utenti di utilizzare il segnale video in mobilità, fino a 120 km/h di velocità. La soluzione permette anche la rapida implementazione di reti e video backhaul in scenari statici, a media e bassa velocità.

Grazie a tecnologie all’avanguardia come l’autenticazione a due vie e la crittografia air interface, la soluzione eLTE-U garantisce una trasmissione dati stabile e affidabile, utilizzando stazioni base all-in-one compatte, che possono essere installate su muri o pali, eliminando i costi legati a scavi e alla posatura di cavi.

La rapida implementazione delle reti di video sorveglianza in strade commerciali, intersezioni e piazze garantisce una sorveglianza continua a 360 gradi.

Open API e integrazione modulare dei terminali

La tecnologia eLTE, grazie alle sue interfacce API, permette l’interconnessione con piattaforme di controllo in tutto il mondo, facilitando l’implementazione di soluzioni di controllo video E2E.

Più applicazioni per le forze dell’ordine installate su ogni terminale di trunking possono essere connesse al database cloud centrale, aumentando l’efficienza nella gestione dei casi e nel riconoscimento dell’identità e la tempestività degli interventi.

Il modulo standard di comunicazione wireless eLTE mini PCIE è compatibile con terminali prodotti da partner Huawei come Aircam UAV e Hikvision che rendono possibile una sorveglianza video mobile interattiva. Apparecchiature fisse in dotazione ai clienti (CPE) registrano e trasmettono le immagini riprese dalle telecamere. Tutte queste tecnologie insieme formano reti di sorveglianza all-inclusive per la sicurezza urbana.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here