Roberta Marchini, Lenovo: è il momento di creare data center flessibili

"I nostri clienti stanno cercando di trasformare il loro business per dare servizi sempre più indirizzati verso un’ottica digitale e user experienced. Stanno tentando di modificare il loro data center in modo che sia più flessibile e agile per potersi trasformare in maniera veloce a seconda delle esigenze dei clienti. È quindi fondamentale costruirsi un data center che possa comunicare con le varie piattaforme di cloud a disposizione. Si tende a utilizzare un’infrastruttura che permette di avere un data center software defined". Questo è quanto ha affermato Roberta Marchini, Technical Sales Manager di Lenovo, al Think Tank Outlook 2018 organizzato da 01net.

"Il fatto che ci siano sempre più sensori distribuiti, la necessità di una lavorazione distribuita, l'image computing e così via rende fondamentale disporre di un data center che sia in grado di trasformarsi per accogliere tutto ciò", ha aggiunto Marchini.

Aiutare i clienti a capire l'intelligenza artificiale

"In ambito di realtà aumentata – ha precisato Roberta Marchini – Lenovo produce dei device che permettono di applicare anche al business i predetti concetti. Stiamo investendo anche in intelligenza artificiale. Abbiamo tre nuovi centri di ricerca il cui scopo è quello di aiutare i clienti a capire come utilizzare l’intelligenza artificiale e i dati che può fornire".

Nel video seguente Roberta Marchini racconta in 44 secondi su cosa dovrebbero puntare le Pmi secondo Lenovo per ottenere un reale vantaggio dalla trasformazione digitale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome