Roaming: PCTel fa convivere wifi e 2.5G

Grazie ad Eap-Sim di TSI, la suite Segue Roaming Client estende il wireless

2 marzo 2004 Si fa un gran parlare della possibilità di far
convivere reti Wifi, wan locali, e Gprs, wan geografiche
.
In
termini generali si usa l'espressione roaming, che indica
l'instradamento dei segnali.
Tecnicamente la questione non è difficile da
risolvere, ma c'è un problema: l'approccio di autenticazione e
autorizzazione delle due reti è dissimile
; peggio ancora, i
dati di fatturazione vanno a popolare database diversi
.
Insomma, per mantenere la sicurezza e la fatturabilità dei servizi interoperanti c'è bisogno di un gran lavoro.
E' quanto ha sviluppato TSI
con il suo software Eap-Sim, che legge i dati dei due sistemi e
li rende compatibili.
Il meccanismo Eap del Gsm parla così con il Radius del
Wifi. In questo modo si possono sviluppare servizi effettivamente integrati:
ecco perché PCTel ha integrato Eap-Sim nella suite Segue Roaming Client.
Le
reti a pacchetto Gprs, Edge, Phs, CDMA2000 1X e gli hotspot sono
trasparenti all'utente

, indipendentemente dal protocollo di sicurezza dello specifico sistema; in particolare dal lato Wifi la famiglia 802.1x è aggiornata anche a TLS e TTLS.
Non è un caso se tra i
clienti di PCTel troviamo anche Cingular.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome