Google ha rilasciato una nuova modifica in Google Search progettata per introdurre una maggiore varietà di domini nei risultati della ricerca.

L’annuncio è stato dato sull’account Twitter Google Search Liaison da Danny Sullivan, consulente di Mountain View con il compito di aiutare il pubblico a comprendere meglio le tecnologie di ricerca di Google e di far arrivare il feedback degli utenti all’azienda.

In cosa consiste questa modifica mirata alla diversità di domini? È capitato a tutti, spiega Sullivan, di vedere in cima all’elenco dei risultati di una ricerca che molti provengono dallo stesso sito. Gli utenti hanno chiesto a lungo di poter avere una maggiore varietà di risultati, nella lista.

Ed è proprio questo l’obiettivo di questa modifica che, spiega ancora Google, è indipendente dal June 2019 Core Update che è anch’esso in fase di rilascio.

Ora, tra i risultati top di una ricerca, in genere l’utente non ne vedrà più di due provenienti dallo stesso sito. Specifichiamo “in genere” perché è la stessa azienda a sottolineare che questa non sarà una regola assoluta: quando i sistemi di ricerca lo considereranno opportuno e rilevante per una particolare query, potrebbero ancora esserci più risultati provenienti dallo stesso sito.

In genere, in questo nuovo approccio a una maggiore varietà, i sotto-domini verranno trattati come parte del dominio root.

Quindi le pagine dei sotto-domini e del dominio principale verranno in genere considerate come facenti parte dello stesso sito ai fini della elencazione dei risultati di ricerca. La gestione della varietà potrà comunque subire delle eccezioni nei casi in cui il motore di ricerca lo consideri rilevante e utile.

Il roll-out della modifica è iniziato negli ultimi giorni e il rilascio dovrebbe ora essere completo. Più che di un vero e proprio update che coinvolge ranking, si tratta comunque di una modifica nella visualizzazione delle pagine.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome