Ristrutturazione in vista per Netscape

Si è chiuso in perdita (quasi 90 milioni di dollari) il quarto trimestre di Netscape, a causa, secondo quanto affermato dalla società, del calo delle vendite del proprio browser in Europa e in Asia, della guerra dei prezzi e del pi

Si è chiuso in perdita (quasi 90 milioni di dollari) il quarto trimestre
di Netscape, a causa, secondo quanto affermato dalla società, del calo
delle vendite del proprio browser in Europa e in Asia, della guerra dei
prezzi e del più lungo ciclo di vendita del software enterprise, che sta
gradualmente diventando il mercato di riferimento per l'azienda. Le perdite
annuali, sempre secondo i dati preliminari, hanno così raggiunto circa 115
milioni di dollari. Il fatturato del trimestre è stato invece di 130
milioni di dollari circa, con una crescita del 10% rispetto all'anno
precedente.
Per far fronte alla situazione sono stati annunciati tagli del personale e
una riorganizzazione del business, con l'obiettivo di ridurre le spese e
ritornare in attivo nel '98. Tuttavia, non è stato ancora fornito nessun
dettaglio sull'operazione. Commentando i risultati, Didier Benchimole, vice
president Netscape Europe, ha ribadito la volontà dell'azienda di
focalizzarsi sui business più promettenti, quali il commercio elettronico
e
i prodotti per gli Internet Service Provider, senza però abbandonare lo
sviluppo del browser "stand alone". Parlando dell'Europa, inoltre, il
manager ha nominato l'Italia fra i paesi meno avanzati nell'adozione delle
tecnologie Internet. La società, che è presente con una filiale, sembra
dunque dimostrare scarso interesse per il nostro paese.
La notizia del rosso di bilancio dà però credito alle accuse mosse da
Netscape (insieme a Sun) alla rivale Microsoft, che avrebbe cercato di
accaparrarsi l'intero mercato del software per Internet, in particolare i
browser, violando le leggi antitrust statunitensi. In dettaglio, Microsoft
è accusata di avere forzato i produttori di pc a installare Internet
Explorer insieme al sistema operativo Windows 95, sbarrando la strada alla
diffusione di Netscape Navigator. Explorer é inoltre ceduto gratuitamente,
una strada che anche Netscape potrebbe essere costretta a seguire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here