Risparmiare energia in sette mosse

Da Gartner una guida in sette mosse per ridurre efficacemente il consumo energetico dei pc in azienda.

Secondo uno studio pubblicato in questi giorni da Gartner, i pc e le periferiche ad essi associate contribuiscono al consumo del 31% dell’energia destinata al comparto Ict a livello mondiale.
Una percentuale importante, che fa emergere l’urgenza di una significativa riduzione di questo consumo, attraverso piani e strategie che si integrino nell’insieme delle politiche ambientali delle imprese.

Per meglio aiutare le imprese a delineare le iniziative che meglio rispondono a questa esigenza, Gartner ha identificato un percorso in sette tappe, che accompagnano l’intero ciclo di vita di un pc all’interno di una azienda.

1 – Analizzare l’ambiente – Comprendere come, quanto e dove l’energia viene consumata è cruciale nella definizione di un piano energetico. Per questo motivo, Gartner sconsiglia di affidarsi esclusivamente alle dichiarazioni dei fornitori nelle schede tecniche dei singoli prodotti installati e raccomanda piuttosto l’adozione di un Power Meter, che tracci le metriche correttamente.

2 – Creare una policy – La raccomandazione di Gartner, in questo caso, è realizzare un documento che tracci fin dall’inizio intenzioni e obiettivi, in relazione a una serie di indicatori chiave, quali ad esempio l’aumento dell’efficienza energetica o l’esclusione di determinati inquinanti entro una data determinata.

3 - Fissare obiettivi realistici – Non è sensato fissare in partenza obiettivi troppo ambiziosi: il 50% di riduzione è sicuramente affascinante sulla carta, ma rischia di risultare non realistico. Meglio allora fissare obiettivi specifici, più modesti ma raggiungibili, per singoli gruppi o business unit.

4 – Prevedere un budget per l’acquisto di strumenti necessari a sostenere la strategia – Esistono tool gratuiti, è vero, ma non tutti e non sempre si adattano a qualsiasi esigenza. Meglio prevedere un budget, comunque mai troppo oneroso, per l’acquisizione di strumenti che consentano di tenere sotto controllo misurazioni e metriche.

5 – Stabilire meccanismi di reportistica e di controllo – E’ importante poter disporre di strumenti di verifica delle diverse fasi del programma implementato. Spesso sono integrati direttamente negli strumenti di power management.

6 – Scegliere il pc giusto per ogni utente – Poiché i pc differiscono molto tra loro nel consumo energetico, è importante che ogni utente abbia a disposizione la macchina più giusta e nella migliore configurazione per le sue esigenze. Si tratta, secondo Gartner, di un passaggio fondamentale nel percorso di riduzione del consumo elettrico.

7 – Smaltimento – Si tratta, secondo Gartner, del passaggio più critico per le imprese, dal momento che può comportare spese addizionali, che devono essere inserite nel piano di attuazione, cercando il miglior bilanciamento tra i principi di salvaguardia ambientale e la sostenibilità dei costi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here