Rimborsi fiscali, occhio alle e-mail truffa

L’Agenzia delle Entrate avvisa di un nuovo tentativo di phishing: molti contribuenti stanno ricevendo a suo nome falsi messaggi di posta elettronica che parlano di un rimborso e invitano a compilare un allegato e a fornire dati della carta di credito.

Baciati dalla fortuna per aver ricevuto un messaggio di posta elettronica apparentemente proveniente dall'Agenzia delle Entrate e segnalante un appetitoso rimborso?

Stiano attenti i contribuenti che ricevono e-mail di questo genere: dietro si cela un tentativo di phishing volto a rubare i dati personali del destinatario.

Lo ha reso noto la stessa Agenzia governativa che, appreso della circolazione in Rete di una comunicazione che invita a scaricare e compilare un modulo in allegato per ottenere un presunto rimborso richiedendo, tra l'altro, anche gli estremi della propria carta di credito, invita gli utenti a eliminare al più presto il messaggio e a non aprire il suo allegato, in quanto potenzialmente pericoloso.

Del tutto estranea al fatto, l'Agenzia delle Entrate, ricorda, inoltre, ai contribuenti che sul proprio sito Internet, nella sezione “Home - Cosa devi fare - Richiedere - Rimborsi”, è possibile consultare le corrette modalità per ricevere un rimborso fiscale con l'accredito su conto corrente.

"In nessun caso - è l'ulteriore precisazione - l'Agenzia richiede informazioni sulle carte di credito".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here