Riciclare secondo Hp

Il programma è già operativo negli Stati Uniti e a partire da giugno lo sarà anche in Europa. Nel Vecchio Continente sono maggiori le perplessità per la fee che gli utenti dovrebbero pagare per farsi portar via i vecchi pc.

Hp ha lanciato un nuovo servizio per consentire agli
utenti di riciclare i pc inutilizzati. Il servizio si inserisce nell'ambito
dell'Hp Planet Partners Program e riguarderà indifferentemente tutti i prodotti
di Hp, dietro pagamento di un contributo compreso fra i 13 e i 34 dollari, a
seconda della quantità e della tipologia di prodotti resi. Gli utenti potranno
accedere al servizio on line, tramite il sito di Hp. L'iniziativa della società
di Palo Alto segue una tendenza in atto ormai da tempo negli Stati Uniti, dove
numerose società si stanno attivando per ritirare dal mercato i pc obsoleti e
inutilizzati.


Il servizio sarà attivo anche in Europa a partire dal prossimo primo giugno,
con un programma su misura per ciascun Paese, anche perché ancora non si sa come
reagiranno gli utenti alla richiesta di una fee per il ritiro dei vecchi pc e
delle varie periferiche. Hp ha infatti fatto sapere che Italia, Norvegia,
Svizzera e Paesi Bassi hanno chiesto che il programma di riciclo sia finanziato
dal vendor.


Hp ha intenzione di aprire un centro per il recupero dei prodotti da
riciclare in California e prevede di aprirne un altro a Nashville a giugno. Qui
si verificherà in primo luogo se i prodotti resi possono essere riutilizzati e
le parti ancora funzionanti saranno donate ad associazioni caritative o ad altri
enti che si occupano di recupero. Quel che resta sarà riciclato dalla
MicroMetallics, oppure distrutto

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here