Regione Marche: la San incontra l’innovazione digitale

Un’infrastruttura basata su una Storage area network consente di ottimizzare la gestione dati per fornire migliori servizi al cittadino

L'Ente Regione Marche gestisce servizi interni ed esterni sull'intero territorio regionale. La sua struttura informatica è ospitata nel Palazzo Leopardi di Ancona; reti e server farm sono gestite da Pf Sistemi Informativi e Telematici.

L'Ente regionale ha sempre avuto una forte inclinazione verso l'innovazione e considera l'It un fattore decisivo per migliorare la gamma dei servizi offerti al cittadino. Tanto che la Regione Marche è stata pioniera nell'introduzione di metodologie e di servizi di e-government, avviando iniziative come la Carta Raffaello (sviluppo e distribuzione a cittadini, imprese e amministrazione della Carta nazionale dei servizi con firma digitale, e autenticazione), Posta Raffaello (erogazione gratuita, in qualità di gestore, del servizio di Posta elettronica certificata), Framework Cohesion (implementazione del framework per l'interoperabilità, la cooperazione applicativa e l'accesso sicuro ai servizi).

E da gennaio 2008 ha attivato più applicazioni verticali, per l'erogazione online dei servizi e alla gestione dei flussi documentali in modalità digitale: CoMarche, che permette ai datori di lavoro, pubblici e privati, di inviare ai Centri per l'Impiego le comunicazioni relative ai rapporti di lavoro; Siar, Sistema Informativo del Servizio Agricolo della Regione Marche; Attiweb-decreti, per l'informatizzazione del flusso degli atti; Mirm, sistema informativo dei mandati di pagamento per l'informatizzazione delle procedure di entrata e di spesa tra Regione e Tesoreria; GiustO, sistema dei giustificativi online; eMarket, piattaforma per la gestione degli acquisti online di beni e servizi.

L'utilizzo di tali procedure, in ragione delle quantità di documenti generate, ha impattato sulla natura dell'archivio e dei sistemi informativi dell'Ente e ne ha avviato la progressiva digitalizzazione.

Alla complessità dei flussi documentali digitali gestiti dalla Regione Marche, corrisponde quindi la necessità di governare l'articolazione del sistema informativo e di gestire dati e informazioni delle diverse applicazioni con i più evoluti sistemi di archiviazione e storage.

Di conseguenza, la Regione ha maturato l'esigenza di rivedere l'organizzazione del proprio sistema informativo per rendere più omogenei e strutturati i progetti e per poter contare su un'infrastruttura dinamica e flessibile in grado di favorire l'introduzione di nuovi servizi.

In questo contesto, la Regione ha considerato decisivo ottimizzare l'area relativa all'archiviazione e gestione dei dati.

In linea con le direttive Cnipa, l'infrastruttura storage doveva posizionarsi come collettore informatico sia delle varie applicazioni che dei server allocati nel data center. L'infrastruttura storage sviluppata dalla Regione si basa su una rete Storage Area Network (San) realizzata con dispositivi di tipo Sam Director Ibm-M48 per ottenere i più alti livelli di ridondanza della rete storage e consentire una facile espandibilità verso configurazioni più complesse.

La soluzione Ibm Ds8100, inizialmente utilizzata per un progetto localizzato, è divenuta il sottosistema a dischi di classe enterprise dove sono state consolidate le applicazioni più importanti dell'Ente.

La soluzione di virtualizzazione della San adottata è Ibm Svc (San Volume Controller) utilizzata per l'allineamento e la duplicazione dei dati in ottica di continuità operativa. La gestione della intera infrastruttura storage è realizzata dal software Tivoli. In particolare, il Tivoli Storage Productivity Center svolge la funzione di monitor centralizzato dell'intera infrastruttura dai dispositivi di rete San alle varie unità storage eterogenee presenti sia reali che virtuali. Con la nuova infrastruttura, Regione Marche ha registrasto una ottimizzazione delle risorse infrastrutturali con un contemporaneo miglioramento dei parametri di Tco.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here