Regione Lazio, 31 milioni di euro per imprese, startup e giovani talenti

La disponibilità di nuovi bandi punta a promuovere un ambiente favorevole alla nascita e allo sviluppo di nuove imprese innovative.

La Regione Lazio ha scelto di mettere in campo 31
milioni di euro
per sostenere la nascita di nuove imprese innovative e per
finanziare progetti di giovani talenti
e valorizzare i processi di trasferimento tecnologico come
strumenti di innalzamento della competitività del sistema produttivo.

Gli
interventi intendono sostenere la nascita di 500 nuove imprese innovative in
5 anni
. Per fare questo, tra la fine del 2013 e i primi mesi del 2014,
saranno stanziati appunto complessivamente 31 milioni di euro attraverso
il finanziamento di 3 nuovi bandi e il potenziamento di 2 bandi già
esistenti
rivolti non solo alle imprese ma anche direttamente ai giovani
talenti.

Questi i
progetti che possono essere sostenuti:

Fondo per le starup innovative (10 milioni di euro)
Si tratta di un bando a sportello, che
sarà pubblicato entro la fine dell'anno, rivolto alle imprese innovative
costituite da non più di 48 mesi
per la copertura delle spese di avvio della
nuova attività imprenditoriale
, che consentirà di ottenere un finanziamento di
5 anni a tasso di interesse agevolato.

Ict per tutti (10 milioni di euro)
Bando rivolto a imprese già esistenti per incentivare l'adozione di nuove
strumentazioni e metodologie Ict
(Information, and Communication Technologies),
come, ad esempio, l'utilizzo di internet e di software open source per
semplificare e migliorare le pratiche di gestione aziendale, lo sviluppo del
Web 2.0 per potenziare il marketing e la comunicazione con clienti e fornitori
e così via. Il contributo massimo per progetto è di 100.000 euro e possono partecipare Pmi, imprese artigiane,
cooperative, imprese sociali e per la prima volta aperto anche alle attività
commerciali e turistiche. Le domande possono essere presentate fino al 30 giugno 2014.

Creativi digitale (4 milioni di euro)
È rivolto a “giovani talenti” under 35 e alle “Pmi del Lazio” per progetti su
produzione audiovisiva, piattaforme web, performing media per la cultura, editoria
digitale.
Il bando è strutturato in quattro trancheche saranno pubblicate tra
gennaio e aprile 2014:

a) Progetto
Zero (400mila euro)
per promuovere lo startup di progetti audiovisivi
proposti finanziando i costi di realizzazione di un “numero zero” o prodotto pilota
(contributo massimo per progetto di 40mila euro; durata massima del progetto 6
mesi; presentazione domande: dal 20 gennaio al 20 marzo 2014).
b) Bando App On (2 milioni di euro) per promuovere la progettazione e lo
sviluppo di piattaforme e applicativi per Smartphone e Tablet (contributo
massimo per progetto di 40mila euro; durata massima del progetto 6 mesi).
c) Cultura Futura (800mila euro) per promuovere la progettazione e lo
sviluppo di applicativi e software finalizzati alla valorizzazione e alla
fruizione innovativa del territorio, dei beni e dei servizi culturali, di
mostre e spettacoli dal vivo (contributo massimo per progetto di 40mila euro).
d) New Book - Editoria digitale (800mila euro) per la valorizzazione dei
cataloghi delle case editrici e la creazione di prodotti con contenuti
innovativi (contributo massimo per progetto di 40mila euro).

Sono state inoltre rifinanziate due misure
già previste nell'ambito del Por Fesr:
- 4 milioni per la dotazione del fondo
Venture Capital
di Filas;
- 3 milioni per il fondo a sostegno
degli Spin Off e delle Start Up
costituiti da giovani laureati in
discipline scientifiche (bando scaduto il 30 giugno, scorrimento graduatorie).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here