Red Hat semplifica il porting delle applicazioni nel cloud ibrido

Red Hat ha annunciato che supporterà .NET Core 2.0, più recente versione del progetto open source .NET Core, sulla propria gamma di tecnologie per il cloud ibrido.

Piattaforma leggera e modulare per la creazione di microservizi e applicazioni web, .NET Core 2.0 offre nuove opzioni di sviluppo, che consentono agli sviluppatori di creare applicazioni .NET su più piattaforme, e implementarle su Red Hat Enterprise Linux, Red Hat OpenShift Container Platform ed altre ancora.

Aggiunta significativa al Red Hat Developer Program, la più recente versione di .NET Core supporta lo standard .NET 2.0, offrendo livelli superiori di portabilità e compatibilità di piattaforma su tutti i workload e runtime .NET.

Aiuta anche a ottimizzare il packaging delle applicazioni con un accesso più semplice a ASP.NET 2.0 e EF Core 2.0, pensato per semplificare ulteriormente il processo di build applicativa in un ambiente completamente open source.

Inoltre, se combinata con Red Hat Enterprise Linux e/o Red Hat OpenShift Container Platform, la release 2.0 supporta C#, F# e Visual Basic, per la creazione di applicazioni moderne e containerizzate.

Gli sviluppatori saranno in grado di utilizzare .NET Core 2.0 per sviluppare e implementare applicazioni su Red Hat Enterprise Linux, Rhel Atomic Host, OpenShift Container Platform, OpenShift Online, OpenShift Dedicated, OpenStack Platform

.NET Core 2.0 sarà presto disponibile su diversi prodotti Red Hat tramite yum install o sotto forma di immagini di container Linux

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here