La realtà mista entra in azienda: HoloLens è disponibile in Italia

Microsoft ha annunciato che HoloLens, il primo computer olografico al mondo che funziona con il sistema operativo Windows 10, sarà disponibile in Italia e in altri 28 nuovi mercati

HoloLens è portatore di un concetto di realtà mista per professionisti e aziende per svolgere compiti chiave in modo più rapido, sicuro ed efficiente, e per creare nuovi modi di connettere utenti e partner.

In Italia HoloLens ha già visto diversi casi di implementazione, in cui aziende e associazioni hanno scelto la soluzione di realtà mista di Microsoft come leva per ripensare processi e modelli di business e guardare la realtà secondo nuove prospettive.

Finora HoloLens era disponibile in dieci mercati: Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti (con Porto Rico). I mercati in cui viene riasciato adesso sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Ungheria.

Recentemente Iveco Bus ha annunciato l’utilizzo di HoloLens per ottimizzare le operazioni di manutenzione e per la formazione del personale. Attraverso HoloLens vuole rendere disponibili i propri esperti di manutenzione in tempo reale a qualsiasi cliente ovunque nel mondo, offrendo il miglior servizio clienti, riducendo i tempi di inattività e migliorando l’efficienza.

Lo scorso luglio la banca online di MPS Widiba ha presentato Widiba Dialog un nuovo servizio che attraverso HoloLens permette ai consulenti finanziari di condividere con i clienti informazioni, di accedere a strumenti globali per la consulenza e rendere incisiva la relazione attraverso un’esperienza immersiva.

WWF e Save the Children hanno scelto HoloLens per raccontare attraverso la tecnologia della realtà mista, scenari virtuali e immersivi come le specie marine che abitano gli ambienti del Mediterraneo e il fenomeno della malnutrizione infantile presente in diversi paesi del mondo.

Per sostenere la campagna #GenerAzioneMare, WWF ha trasformato Piazza Gae Aulenti a Milano in un fondale mediterraneo grazie ad HoloLens, permettendo di vedere da vicino le numerose specie che lo abitando, aumentando così la consapevolezza delle persone del valore degli oceani e della loro difesa.

Save the Children ha invece creato un percorso esperienziale con HoloLens per raccontare la campagna Fino all’ultimo bambino e permettere di vivere in prima persona le sfide di chi, ogni giorno, è costretto a fare i conti con la povertà estrema, le guerre e i cambiamenti climatici.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here