Google

Il motore di ricerca Google e Google Lens amplieranno le loro potenzialità con nuove funzioni visuali e di realtà aumentata. Funzioni che utilizzano la fotocamera, la computer vision e la realtà aumentata per sovrapporre informazioni e contenuti all’ambiente fisico.

Il roll out delle nuove funzionalità di realtà aumentata nel motore di ricerca, informa l’azienda, inizierà a partire da questo mese. Queste consentiranno di visualizzare e interagire con oggetti 3D direttamente dalla ricerca e di posizionarli direttamente nello spazio reale che ci circonda, offrendo il senso delle proporzioni e dei dettagli.

Google fa questo esempio: una cosa è leggere che un grande squalo bianco può essere lungo più di cinque metri. Un’altra è vederlo da vicino, in rapporto alle cose che si trovano attorno a noi. Quindi, nella ricerca di alcuni animali selezionati, ci sarà un'opzione per visualizzarli in 3D con la realtà aumentata.

Google sta anche collaborando con partner quali NASA, New Balance, Samsung, Target, Visible Body, Volvo, Wayfair e altri, per far emergere i loro contenuti nella ricerca. Anche in questo caso per far sì che l’utente sia in grado di interagire con i modelli 3D e posizionarli nel mondo reale, direttamente dalla ricerca.

Nuove funzionalità di Google Lens

Anche Google Lens è in fase di evoluzione per fornire più risposte visive a domande visive.

Ad esempio, al ristorante Lens potrà evidenziare automaticamente quali piatti sono i più popolari, direttamente nel menu fisico. Toccando un piatto, l’utente potrà vedere come appare e cosa ne dice la gente, grazie alle foto e recensioni di Google Maps.

Per fare ciò, Lens prima deve identificare tutti i piatti del menu, analizzando elementi quali il font, lo stile, la dimensione e il colore, per differenziare i piatti dalle descrizioni. Successivamente, deve far corrisponde ai nomi dei piatti le relative foto e recensioni per quello specifico ristorante in Google Maps.

Lens potrà inoltre rivelarsi particolarmente utile quando ci troviamo in un luogo che non conosciamo e di cui non parliamo la lingua. Sarà possibile puntare la fotocamera sul testo e Lens rileverà automaticamente la lingua e sovrapporrà la traduzione direttamente sopra le parole originali, in più di 100 lingue.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome