Rational Software cresce del 39% e in Italia raddoppia

Cresce in fretta la filiale italiana di Rational Software, società americana specializzata nelle soluzioni per team di sviluppo destinati alla realizzazione di sistemi di e-business. Operativa da aprile dello scorso anno la country italiana, gui …

Cresce in fretta la filiale italiana di Rational Software, società
americana specializzata nelle soluzioni per team di sviluppo
destinati alla realizzazione di sistemi di e-business.
Operativa da aprile dello scorso anno la country italiana, guidata da
Gianndrea Gattinoni, ha conquistato in questo breve periodo la quinta
posizione a livello delle consorelle europee e a raddoppiato il
fatturato, prima affidato all'attività di vendita di due distributori
(Artis e Object Way), attivi solo su due linee di prodotto. La
filiale attua alla lettera il modello Rational Software, utilizzando
la formula della vendita diretta e puntando sulla mission scelta
della casa madre americana: il customer success.
Intanto è stato reso noto il fatturato worldwide di Rational
Software, che sotto la spinta di Internet è cresciuta nell'ultimo
anno del 39%, passando dai quasi 412 milioni di dollari del '99 ai
agli oltre 572 milioni di fatturato nell'anno fiscale 2000. Di pari
passo si muove l'ultile netto, cresciuto dai quasi 60 milioni di
dollari del '99 ai 94 milioni e mezzo di quest'anno.
"Siamo molto orgogliosi dei risultati che stiamo ottenendo sul
mercato italiano
- afferma Gattinoni - oltre ad aver raggiunto
e superato ampiamente il target assegnatoci, siamo riusciti ad
affermare la nostra presenza tra i maggiori sviluppatori italiani,
che hanno subito compreso le potenzialità delle nostre soluzioni a
livello qualitativo e di velocità di sviluppo, mostrando interesse
per il passaggio da una logica di sviluppo a cascata alla modalità
interattiva. Oggi questi aspetti sono necessari per affrontare le
sfide del mondo Internet. In Italia abbiamo trovato un mercato ancora
in ritardo, ma in costante accellerazione, dove molte società stanno
dando sempre maggior attenzione alle scosse prodotte dalla net
economy"
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here