Raddoppia la velocità del bus Pci

Il consorzio Pci-Sig, del quale fanno parte aziende come Intel, Microsoft, Hp, sta mettendo a punto le specifiche Pci-X 1066, che porteranno a collegare le componenti di un computer a velocità di 8,5 gigabyte al secondo.

Il gruppo di lavoro responsabile per lo sviluppo delle specifiche Pci, utilizzato per collegare le componenti interne dei personal computer ha riferito di una imminente nuova versione dello standard, capace di raddoppiare gli attuali livelli di velocità di trasmissione. Il consorzio Pci-Sig raggruppa aziende come Intel, Microsoft, Hp e altri colossi del computer. Da questo organismo arriveranno presto le specifiche Pci-X 1066, immediato successore delle recenti specifiche Pci-X 266 e Pci-X 533. Il futuro standard permetterà di collegare le componenti di un computer a velocità di 8,5 gigabyte al secondo contro l'attuale limite di 1 gigabyte al secondo delle attuali versioni. La famiglia di specifiche Pci-X dovrebbe essere l'ultima di una serie che ha dominato per anni nel lavoro di standardizzazione che ha governato i rapporti tra i microprocessori e periferiche come schede grafiche o di rete. Intel ha infatti riportato una significativa vittoria nella lotta per la successione al Pci, che dovrebbe in futuro essere sostituito in seno al Pci-Sig da Intel 3Gio. Il rivale di Intel, Amd, aveva cercato di proporre l'alternativa HyperTransport. La nuova versione di Pci-X servirà anche a fare da ponte tra la vecchia e la nuova realtà.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here