Massari (Avnet TS): analytics atout per la distribuzione

Massari AvnetCome già il 2016, anche il 2017 si annuncia un anno ricco di importanti cambiamenti. Internet of Things, automobili autonome, droni utilizzati per le consegne, prodotti sempre più smart le nostre abitazioni e sensori intelligenti per l’home automation hanno tenuto banco, a vario titolo, nelle cronache degli ultimi dodici mesi e ora lo scenario It che si apre con questo nuovo anno appare carico di promettenti evoluzioni.
Quattro, in particolare, quelle evidenziate da Andrea Massari, Country Manager di Avnet TS Italy, attendo a suggerire al canale dei rivenditori gli ambiti su cui investire.

1Parte dal Cloud la trasformazione del business

Nel 2017 la forte crescita del cloud come piattaforma per l’innovazione creerà nuove modalità per il supporto della conoscenza nel mercato. È, infatti, indubbio come, nel 2016, si sia assistito a una crescente adozione e fiducia nella tecnologia cloud, in un ordine di grandezza di gran lunga maggiore rispetto agli anni precedenti. Le modalità con cui questa scelta è avvenuta riguarda sia le startup, che nel cloud sono nate beneficiando della mobilità e del basso rischio di investimento connesso all’adozione della nuvola, sia le grandi organizzazioni che sfruttano i nuovi approcci alla connettività B2b semplificando l’operatività e la collaborazione tra aziende.
A prescindere dalla loro dimensione, le imprese hanno bisogno del cloud per mantenersi agili e flessibili nella gestione della domanda garantendo al contempo la continua disponibilità del servizio e l’accesso facilitato attraverso qualsiasi device. Sempre il cloud è, poi, destinato a diventare un abilitatore per nuove soluzioni di sicurezza, specie ora che sul Vecchio Continente la European General Data Protection Regulation che verrà adottata nel maggio del 2018 sta mettendo le organizzazioni sotto pressione per garantire la sicurezza dei dati raccolti.
Le imprese che vogliono convertirsi rapidamente al cloud per esternalizzare queste responsabilità trarranno vantaggi da una migliore qualità dell’infrastruttura It fornita da aziende con un focus e un mandato ben definito in merito alla sicurezza dei dati nel cloud. Questo ridurrà drasticamente le spese per capitale consentendo alle aziende di investire in prodotti e servizi per la sicurezza delle loro reti It locali.

2Advance machine learning e cognitive computing

Evoluzione naturale dell’IoT, l’advanced machine learning rappresenta la vera evoluzione nei processi di generazione del valore attraverso dispositivi intelligenti connessi. Sfruttare l’apprendimento automatico e il cognitive computing attraverso smart device connessi permetterà di portare grandi vantaggi al nostro settore. Man mano che queste tecnologie diverranno sempre più affidabili e sicure, le aziende inizieranno a utilizzarle per esplorare nuovi modelli di business, ottenendo insight, fino a oggi impensabili, sui rispettivi mercati e attività. Certo, rimangono ancora molte le normative da elaborare in termini di responsabilità e sicurezza, ma nel corso del 2017 vedremo molte altre aziende implementare queste tecnologie nel mondo reale, in primis nell’ambito della logistica, e solo coloro che saranno capaci di sviluppare soluzioni innovative complementari a IoT e machine learning ne beneficeranno davvero.

3Tecnologie mobili per ambienti digitali e connessi

Le tecnologie mobili sono ormai onnipresenti e costituiscono una vera e propria estensione di noi stessi funzionando, spesso, come voce e occhi nella porzione digitale delle nostre vite. Non più solo stile di vita, ma anche di lavoro, la mobilità sta, poi, fungendo da acceleratore per l’adozione del cloud, abilitando approcci sempre più flessibili alla collaborazione, alla condivisione dei dati e alla gestione del tempo.

4Analytics punto di svolta per la distribuzione

Sempre più un elemento critico di qualsiasi business, gli analytics diventeranno ancor più significativi nel corso del 2017. Oggi più che mai offrono insight che aiutano le organizzazioni a prendere le migliori decisioni di business in tempo reale. I partner che operano con la supply chain devono essere consapevoli che è importante conoscere di più il cliente, non solo quello che sta acquistando, attraverso l’adozione di analytics cognitivi avanzati.
Già in ottica Industry 4.0, sono, infatti, in molti a sostenere che gli analytics giocheranno un ruolo fondamentale nel modellare l’abbondanza di dati rilevati dai sensori nelle fabbriche per stabilire con precisione l’output, lo stato di salute dei macchinari e la qualità dei prodotti, mentre altri analytics permetteranno di determinare la domanda e prevedere i problemi. In tal senso, nel 2017, il canale vedrà i clienti divenire sempre più dipendenti dalle informazioni che derivano dai loro dati per acquisire vantaggio competitivo e il cognitive computing offrirà loro nuovi strumenti concorrenziali e una conoscenza più profonda del consumatore, ovvero le basi per capire come e dove operano.

 

 

LASCIA UN COMMENTO