Psd, un osservatorio va in aiuto alle imprese

Un’iniziativa di Sia-Ssb, Capgemini e CeTif a supporto dei soggetti deputati alla gestione dei pagamenti.

Nasce il primo Osservatorio di ricerca in Italia e in Europa dedicato agli Istituti di Pagamento, i potenziali nuovi soggetti appartenenti a diversi settori, come Gdo, telecomunicazioni, petrolifero, multiutility, media, Pubblica Amministrazione, introdotti dalla Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento (Payment Services Directive - Psd), entrata in vigore in Italia il primo marzo scorso.

L'iniziativa, realizzata da Sia-Ssb in collaborazione con Capgemini e CeTif - Università Cattolica, è stata presentata a Milano nel corso del convegno “Move to Payment Institutions Step by Step”, dedicato allo sviluppo del mercato dei pagamenti e all'arrivo della nuova categoria di prestatori di servizi di pagamento previsti dalla Psd.

Obiettivo dell'Osservatorio è fornire supporto alle Payment Institutions attraverso l'analisi di mercato del mondo dei pagamenti, dei requisiti necessari, di business, di vigilanza, organizzativi e informatici, e la proposta tecnologica di possibili soluzioni applicative che consentano agli Istituti di Pagamento di operare all'interno del nuovo contesto di riferimento.

Tra i principali progetti che saranno lanciati c'è l'imminente avvio di una survey focalizzata sulle Payment Institutions e volta ad analizzare domanda e offerta, i potenziali servizi, la tipologia di clientela da indirizzare, le motivazioni e le aspettative dei fruitori finali. I dati qualitativi e quantitativi della ricerca permetteranno di tracciare una mappa del nuovo mercato, oltre ad una parentesi sullo scenario europeo, in particolare sui paesi già attivi.

Le Payment Institutions, lo ricordiamo, sono tra le principali novità introdotte dalla Direttiva Psd e si inseriscono nel contesto di forte evoluzione dei sistemi di pagamento europei, in seguito all'avvio della Sepa (Single Euro Payments Area), l'area unica dei pagamenti in euro.

La possibilità di costituire in Italia gli Istituti di Pagamento disciplinati dalle nuove istruzioni di vigilanza rappresenta un'importante discontinuità nell'offerta di servizi di pagamento, attualmente prerogativa del sistema bancario.
Con la Psd le imprese hanno l'opportunità di ampliare la gamma di servizi offerti al cliente, come la domiciliazione delle bollette, l'accredito dello stipendio, i finanziamenti a breve, gestire direttamente incassi e pagamenti all'interno di una community di fornitori e clienti in ambito domestico ed europeo, gestire rimesse di denaro verso l'estero, nonché emettere carte di pagamento e convenzionare gli esercenti.

Per consentire ai nuovi soggetti di sfruttare quanto più possibile le opportunità legate ai nuovi servizi di pagamento ripensando i propri modelli di business, il SIA-SSB ha progettato e realizzato specificamente un'innovativa infrastruttura tecnologica, denominata “Payment Institutions Easy Box”.

La piattaforma è costituita da un sistema completo e integrato, basato su un approccio modulare che include tutti i servizi di pagamento previsti per le Payment Institutions, le funzioni di compliance e di vigilanza ed ulteriori attività accessorie.

La soluzione erogata agli Istituti di Pagamento in modalità di servizio comprende application management, facility management, back office, consulenza e si articola in tre diverse modalità, in coerenza con il percorso strategico che ogni Payment Institutions intende intraprendere.

Una versione Basic è destinata agli attuali intermediari finanziari non bancari che nella prima fase vogliono limitarsi all'adeguamento delle segnalazioni verso gli organismi di controllo;

Una seconda tipologia di offerta, Advanced, è rivolta alle Payment Institutions che decidono di occuparsi anche della gestione di conti di pagamento su cui i clienti possono effettuare versamenti e prelievi;

La versione Full è per le Payment Institutions che intendono offrire alcuni servizi aggiuntivi (incassi, bonifici, emissione carte), oltre alle funzioni offerte dalle versioni Advanced e Basic.

Le Payment Institutions potranno avvalersi di un unico gateway per l'accesso alle reti e ai circuiti a livello domestico e cross-border e di una serie di ulteriori servizi a valore aggiunto quali connettività, accesso multicanale e monitoraggio delle transazioni real time.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here