Pronto il Web service framework di Microsoft

Nel corso della Professional Developers Conference 2003, la società presenterà “indigo”, nome in codice della nuova infrastruttura di riferimento per i servizi Web.

16 ottobre 2003 Nel corso della Professional Developers Conference 2003, in programma a Los Angeles tra due settimane, Microsoft presenterà nel dettaglio “indigo”, nome in codice della nuova infrastruttura di riferimento per i servizi Web. Nella stessa occasione verranno anche discussi l'imminente rilascio della nuova versione di Sql Server Yukon e la pubblicazione delle edizioni “Whidbey” di Asp.Net e Visual Studio. Indigo viene descritta sul sito ufficiale della manifestazione come un modello di programmazione e un framework per la realizzazione di applicativi interconnessi e i Web services. La tecnologia si basa sui protocolli Ws di Microsoft, una suite di specifiche che secondo Redmond alimenteranno lo sviluppo della prossima fase nella storia di Internet. Indigo servirà appunto al programmatore per sviluppare e implementare con facilità applicazioni capaci di cooperare tra loro e di crescere in base alle esigenze dei loro utilizzatori. L'infrastruttura prevede anche un livello di sicurezza integrato e gli sviluppatori potranno inserire nelle applicazioni Asp.Net i punti di aggancio dell'Indigo Message Bus, il bus di messaggistica interapplicativa di nuova generazione. Secondo quanto si legge sul sito Microsoft “Indigo riunisce il meglio di .Net remoting, Msmq (Microsoft message queuing), Asmx, e .Net Enterprise Services, per costituire un modello unificato e una piattaforma runtime per la creazione di applicativi interconnessi sulla piattaforma Windows.”
Con il rilascio di Asp.Net Whidbey, la piattaforma di sviluppo Web di Microsoft consentira una drastica riduzione del numero di linee di codice necessarie per lo sviluppo di applicativi Web, garantendo una maggiore gestibilità e un netto incremento prestazionale. Un motore di personalizzazione integrato permette per esempio di memorizzare le anagrafiche relative ai profili utente; altre funzionalità sono il Tracing, il Troubleshooting e l'Auditing, tutte disponibili sottoforma di Api. E' stato ampliato anche il supporto dei dispositivi mobili. Whidbey raggruppa anche le nuove versioni dei tool di sviluppo Visual Studio e della piattaforma di sviluppo .Net. Le nuove versioni saranno disponibili nella seconda metà del prossimo anno e prevedono un più esteso supporto degli applicativi offline e nuovi strumenti per la realizzazione di complesse pagine dinamiche, oltre un editor Xml che supporta procedure di validawione Xsd e Dtd e il debugging Xslt.
La prossima versione di Sql Server Yukon integra infine un service broker per il queuing asincrono e introduce a livello di database il supporto di diversi protocolli per i Web services. La data prevista per il rilascio è la fine del 2004.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here