5G EE

L’operatore telefonico mobile EE, parte di BT Group, ha annunciato il lancio del 5G nel Regno Unito in sei città: Londra, Birmingham, Cardiff, Manchester, Edimburgo e Belfast. La società ha annunciato nuovi piani 5G, nonché una gamma di nuovi smartphone e dispositivi 5G.

Il pre-ordine è già attivo, sia per le offerte consumer che per quelle business, per i nuovi dispositivi, tra cui smartphone di Samsung, OnePlus, Lg e Oppo. EE ha anche parlato di offerte 5GEE WiFi e 5GEE home broadband, con prezzi e disponibilità però ancora da definire.

I nuovi piani 5G Smart offriranno ai clienti l'accesso alla prima rete 5G del Regno Unito, BT Sport HD HDR e un esclusivo Datat Pass per i gamer.

Il Regno Unito si dimostra tra i Paesi più attivi in Europa nell’ambito della tecnologia mobile di nuova generazione: anche Vodafone UK ha annunciato di recente che accenderà in estate la propria rete 5G.

La prima rete 5G del Regno Unito

La rete 5G di EE è programmata per l’attivazione giovedì 30 maggio nelle sei città coperte inizialmente. L’operatore ha scelto quelle città per coprire le zone più trafficate del Regno Unito, dove il 5G può davvero fare la differenza per aziende e consumatori, con la connessione dati più affidabile.

5G EEEE ha dichiarato di aspettarsi che i clienti sperimentino un aumento della velocità di circa 100-150 Mbps anche nelle aree più trafficate. Alcuni clienti, secondo la società di comunicazioni, “sfonderanno” il tetto di un gigabit al secondo sui loro smartphone 5G. La velocità più alta possibile quando EE ha lanciato la rete 4G nel 2012, sottolinea l’azienda, era di soli 50 Mbps.

Oltre alle sei città coperte al momento del lancio, EE ha dichiarato che nel 2019 introdurrà il 5G anche nelle zone più trafficate di Bristol, Coventry, Glasgow, Hull, Leeds, Leicester, Liverpool, Newcastle, Nottingham e Sheffield. E nel 2020 avranno il 5G ancora più città, tra cui: Aberdeen, Cambridge, Derby, Gloucester, Peterborough, Plymouth, Portsmouth, Southampton, Worcester e Wolverhampton.

Presente e futuro del 5G

Questa, informa l’operatore, è la fase 1 del rollout del 5G di EE: un deployment “non-standalone’" incentrato sull'utilizzo della potenza combinata di 4G e 5G per offrire ai clienti un’esperienza mobile a banda larga più veloce e affidabile.

La fase 2, a partire dal 2022, introdurrà la piena rete core 5G di nuova generazione. Maggiore larghezza di banda e bassa latenza, insieme a una copertura estesa e crescente del 5G, consentiranno una rete più reattiva e applicazioni avanzate, quali ad esempio la realtà aumentata mobile veramente immersiva, il monitoraggio della salute in tempo reale e il mobile cloud gaming. La Fase 2, spiega ancora EE, rappresenta anche un passo fondamentale nel percorso verso la convergenza delle tecnologie di rete, in quanto verranno riuniti fisso, mobile e WiFi in un'unica customer experience.

La Fase 3, a partire dal 2023, introdurrà l’Ultra-Reliable Low Latency Communications (URLLC), il Network Slicing e velocità multi-gigabit al secondo. Questa fase del 5G consentirà, secondo EE, applicazioni critiche quali ad esempio la gestione del traffico in tempo reale di flotte di veicoli autonomi, reti massive di sensori con milioni di dispositivi che misurano la qualità dell'aria e l’”Internet tattile”, dove è possibile aggiungere il tatto alle interazioni remote in tempo reale.

5G EE

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome