Migliorare le prestazioni di WordPress con l’approccio serverless

Temi WordPress
Temi WordPress

WordPress è forse la piattaforma CMS più usata per siti di comunicazione aziendali, ma spesso mostra limiti dal punto di vista della scalabilità e della sicurezza.

Per superare questi limiti Ariadne ha realizzato una soluzione, basata su architettura headless (JAMStack), tesa a rendere WordPress inattaccabile e capace di sostenere picchi di traffico straordinari.

La soluzione proposta è appunto quella di utilizzare WordPress come un headless CMS insieme a Gatsby.

In questo modo si ha il vantaggio di mantenere la parte redazionale e di back-end invariata, favorendo redattori che non dovranno cambiare metodo di editing dei contenuti su WordPress, ma allo stesso tempo permette di avere un front-end multichannel senza legacy di prodotto o tecnologia e con performance e sicurezza.

Gatsby è un generatore di siti statici orientato alle prestazioni che segue il pattern architetturale PRPL ed è basato su tecnologie innovative come React e GraphQL.

Per Ariadne questa soluzione è il primo passo verso un’architettura serverless nella quale il contenuto stesso può essere visto come servizio.

Per Marcello Ricotti, CEO di Ariadne Digital "Usando WordPress come un headless CMS insieme a Gatsby avremo il vantaggio di mantenere la parte redazionale e di back end invariata, ma allo stesso tempo potremo avere un front-end multichannel svincolato dalla tecnologia PHP e dalla piattaforma di CMS, con prestazioni e sicurezza inarrivabili da un WordPress usato tradizionalmente. questa soluzione è il primo passo verso un’architettura serverless nella quale il contenuto può essere visto come servizio”.

Ariadne è un partner di AWS. Nella figura si può vedere come esempio lo schema del processo di Build per la generazione del sito statico, che può essere realizzato in modalità serverless tramite la configurazione di tool come AWS CodePipeline e AWS CodeBuild

Secondo Ariadne i principali vantaggi della soluzione WordPress con Gatsby sono l'ottenimento di performance elevate, sicurezza, costi di erogazione e manutenzione ridotti, tempi di sviluppo e rilascio brevi.

Rilevante è la possibilità di mantenere uno storico dei rilasci e di recuperare rapidamente uno stato precedente.

Il disaccoppiamento dei contenuti dallo sviluppo front-end, si traduce nell’assenza di vincoli tecnologici e nella parallelizzazione dei processi di sviluppo.

Ad esempio aggiungere o cambiare il servizio di e-commerce può essere fatto senza toccare le altre componenti architetturali e può essere sviluppato parallelamente al normale evolversi del sito.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome