Pmi + digital marketing = export di successo

Un’attenta strategia di digital marketing, da non confondere con il marketing di tipo tradizionale, può valere oltre un terzo del fatturato di una piccola, media impresa.
Lo dicono i dati di uno studio condotto dalla struttura sales & marketing di Co.Mark, realtà italiana specializzata in servizi di internazionalizzazione e Temporary Export Management, su circa 10mila aziende appartenenti a diversi settori merceologici che, su base annua, hanno contattato direttamente l’azienda.
Obiettivo: capire qual è l’effettivo contributo del marketing innovativo rispetto a quello tradizionale mettendo in relazione le quote di fatturato e le politiche commerciali attuate dalle Pmi per la loro internazionalizzazione.
Ne viene fuori un quadro in cui il 58% dell’attività commerciale delle Pmi che hanno deciso di innovarsi digitalmente resta di tipo classico, mentre i dati della ricerca sostengono che un mix di strumenti e servizi digitali come le campagne pubblicitarie, soprattutto online (8,5%), l’email marketing (12,7%) e le attività sui social media (12,6%), può contribuire a generare più del 30% del fatturato.
Da qui l’elenco di tre semplici regole da seguire per presentarsi sui mercati internazionali sviluppando una corporate identity efficace e generare lead grazie al Web e alle nuove tecnologie digitali.
Le elenca Co.Mark, che dall’inizio di quest’anno ha inaugurato una Business Unit specificamente dedicata alla Comunicazione e Marketing per l’Export delle Pmi.

1Il sito Web aziendale è solo una base di partenza

Da solo non basta. Occorre che sia di facile rilevazione, analisi e lettura da parte degli utenti che effettuano ricerche specifiche attraverso i motori di ricerca, Google in testa. Chi intende esportare i propri prodotti o servizi all’estero deve, dunque, attivarsi per essere sempre posizionato nella top list dei risultati di ricerca, soprattutto nelle lingue dei mercati internazionali con cui si fa business o nei quali si sta cercando di entrare.

2Serve una corretta Search Engine Optimization

A una strategica presenza sul Web occorre, poi, aggiungere una corretta attività di posizionamento del sito sui motori di ricerca grazie alla definizione e monitoraggio delle keyword attuabile con appositi software in commercio o affidandosi a società o professionisti specializzati.

3Non vanificare l’utilità di DEM ed SMM

Il volume degli affari può dipendere anche da come si comunica con la posta elettronica. La ricerca condotta da Co.Mark ha, infatti, evidenziato come le email devono essere sintetiche, avere un oggetto che catturi subito l’attenzione, un contenuto preciso e un linguaggio accattivante. Esattamente come le iniziative mirate di Social Media Marketing attraverso l’ottimizzazione dei canali social, anche le attività di Direct Email Marketing sono uno strumento utile di informazione e promozione a cui ricorrere periodicamente.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here