01net

Con Pixel 2 Google punta sull’intelligenza artificiale

Il Pixel 2 nella versione Xl arriva anche in Italia.

E’ questa la più importante novità della presentazione di Google che ieri sera messo in mostra i nuovi prodotti che lo portano lontano dal suo terreno abituale, quello del motore di ricerca, per trasferirlo nel mondo dell’hardware con competitor come Apple e Samsung.

Pixel 2 in due versioni

Citando molto spesso l’intellligenza artificiale gli uomini di Mountain View hanno presentato l’hardware di seconda generazione che, come hanno spiegato, “grazie alla combinazione di combinazione di hardware, software e intelligenza artificiale avanzata (Ai), può migliorare la sua utilità nel tempo”. Il lavoro sull’Ai, aggiungono, parte dal miglioramento di prodotti come Google Maps e necessita poi dell’hardware adatto per lavorare al meglio. Così Google ha sfornato Pixel 2 (a ottobre o novembre in Italia, non si sa ancora il prezzo). L’enfasi sull’Ai non ha portato però incredibili novità a livello di funzionalità che ricalcano quelle di altri prodotti di fascia alta in circolazione. Dal punto di vista tecnico i due modelli sono dotati di schermo Oled (il modello Xl è a 6 pollici l’altro a 5)  con risoluzione Qhd, doppia rispetto al full hd. La versione di Android è Oreo, l’ultima in circolazione e il processore è lo Snapdragon 835. 4 Gb di memoria, fotocamera da 12 megapixel e memoria da 64 o 128 (in Italia sarà disponibile solo la versione a 64 Gb), ma anche spazio di archiviazione gratuito illimitato per tutte le foto e i video acquisiti col Pixel completano la dotazione.

Pixel 2, le funzionalità

Dal punto di vista della funzionalità c’è anche un primo esempio di realtà aumentata. Presto infatti arriverà la possibilità di utilizzare adesivi in realtà aumentata per aggiungere emoticon e personaggi virtuali alle foto. Una cosa non di grande utilità ma che rappresente l’inizio di un cammino che dovrebbe portare numerose e più sostanziali novità in futuro. Grazie alla combinazione di Google Lens con Google Foto e del il Knowledge Graph che sta alla base della Ricerca Google è possibile cercare informazioni tramite lo smartphone su luoghi d’interesse, libri, brani musicali, film e opere d’arte cliccando sull’icona di Lens in Google Foto. E’ possibile utilizzare Lens per copiare Url o informazioni di contatto da una locandina o da un biglietto da visita. Pixel 2 è dotato anche dell’Assistant che può essere attivato premendo il telefono sui lati. La batteria promette di durare tutto il giorno e comunque con quindici minuti di ricarica arriva a sette ore. Proposto in due colori (bianco e nero nella versione Xl) e a tre, c’è anche l’azzurro, nella versione normale, Pixel utilizza la funzione Now Playing per riconoscere e mostrare sul display la musica che sta suonando nell’ambiente in cui vi trovate. Se lo volete poi la abbina a un database di migliaia di canzoni archiviato sul vostro dispositivo.Gli auricolari, Pixel Buds, hanno il traduttore istantaneo integrato con quaranta lingue disponibili e costano 149 dollari, mentre Google Clips, telecamera smart di dollari ne costa 249.

Puntando dritta su Amazon, Google ha presentato anche la versione Mini di Home, l’altoparlante intelligente che gestisce le luci, ricorda gli appuntamenti e molto altro che propone a un prezzo particolarmente aggressivo. 49 dollari ma in Italia non è ancora previsto. Altro hardware arriva con Home Max, speaker potente da 399 dollari, la nuova versione del visore per la realtà virtuale Daydream, e il portatile PixelBook. Spessore di 10 mm, un kg di peso  ha uno schermo tattile da 12,3 pollici in qhd (2k) e utilizza processori Intel i5 e i7 con 16Gb di ram e hard disk ssd da 512. Il display può essere ripiegato e trasformato in un tablet e viene venduto a 999 dollari ma non in Italia.