Piu sicuri i nuovi dischi Quantum

L’aumento della densità di memorizzazione sui dischi degli hard disk ha richiesto un sensibile avvicinamento delle testine al media, e di conseguenza ha amplificato tutti quei problemi relativi al possibile contatto delle stesse con il materiale …

L'aumento della densità di memorizzazione sui dischi degli hard disk ha
richiesto un sensibile avvicinamento delle testine al media, e di
conseguenza ha amplificato tutti quei problemi relativi al possibile
contatto delle stesse con il materiale magnetico. Nel caso infatti che la
testina tocchi il piatto, non si ha solo il danneggiamento del punto di
contatto, ma anche la generazione di residui metallici che a lungo andare
potrebbero danneggiare irreparabilmente il device. Per questa ragione i
tecnici della Quantum, uno dei tre più importanti costruttori di sistemi d
i
storage mondiali, ha studiato un rivoluzionario sistema di shock protection
che evita il contatto tra piatti e testine anche in presenza di forti
vibrazioni e colpi. Secondo quanto assicurato dai responsabili
dell'azienda, tale sistema è utile non solo durante le fasi di assemblaggi
o
e trasporto di un personal computer, ma anche durante l'utilizzo
tradizionale, ad esempio quando si colpisce accidentalmente il pc oppure lo
si sposta senza troppe precauzioni.
La prima famiglia di prodotti che beneficiano di tale dispositivo sono i
nuovissimi Fireball El, presentati da pochi giorni ma già disponibili sul
mercato tramite i distributori nazionali Quantum, e più precisamente Karma
Italia (02. 3822051) e Ingram Micro (02.957961).
Questi device sfruttano dei nuovi piatti capaci di memorizzare circa 2.5
Gbyte ciascuno, e sono disponibili con capacità di 2.5, 5.1, 7.6 e 10.2
Gbyte. Tra le caratteristiche tecniche più interessanti ricordiamo il temp
o
medio di accesso di 9.5 millisecondi, la velocità di rotazione di 5.400 Rp
m
e la cache interna di 512 Kbyte. Per quanto riguarda i prezzi utente finale
(Iva esclusa), si parte da 330mila lire per il 2.5 Gbyte, per arrivare a
900mila lire per il 10.2 Gb.
Per quanto riguarda l'azienda, ricordiamo che è nata nel 1980 a Milpitas i
n
California, e ha raggiunto nel '97 un fatturato di 5.3 miliardi di dollari,
con un utile netto di 149 milioni di dollari. La Quantum si occupa della
progettazione e distribuzione di hd, dispositivi a nastro e testine, mentre
la produzione dei componenti è affidata alla giapponese Mke, azienda dotat
a
di fabbriche altamente automatizzate. Sempre per il '97 il market share di
Quantum è stato del 21% worldwide, preceduta solo da Seagate con il 24% e
seguita da Western Digital (19%), Ibm (11%) e Maxtor (7%).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here