Piccolo glossario dell’open source

Di seguito il significato dei termini più diffusi

Apache: il server Web per Linux è oggi disponibile anche per Unix e Windows. Si tratta del programma che riceve le richieste sulla Rete dai browser Web (come Netscape, Opera o Internet Explorer) e restituisce i documenti Html.


Beowolf: questo software open source permette di creare cluster di diversi sistemi Linux, che eseguono elaborazioni in parallelo, in modo da svolgere velocemente operazioni e transazioni particolarmente complicate. Aumenta la scalabilità del sistema, rendendo Linux adatto, sul fronte server, a elaborare compiti complessi.


Distribuzioni: si tratta di collezioni di programmi che girano sul kernel Linux. Le più note sono Fedora, Mandriva, Debian e TurboLinux (sul fronte desktop), Red Hat e Novell/SuSe (su quello server).


Gnome: Gnu network object model environment, è un’interfaccia utente grafica creata per facilitare l’utilizzo di Linux. Di fatto, si tratta di un desktop manager per il sistema operativo open source come il suo predecessore, Kde (K desktop environment)


Gnu: sta per Gnu’s not Unix. Si tratta di un progetto fondato nel 1984 da Richard Stallman per realizzare un sistema operativo libero, in grado di competere in termini di prestazioni con Unix. Anche se, di fatto, Linux è il kernel del sistema operativo, Gnu rappresenta i necessari complementi (compilatori, tool ed editor) che servono per avere un sistema realmente funzionante.


Gnu/Linux: è un sistema fondato sul kernel Linux che utilizza programmi Gnu.


Gpl: è la licenza libera per definizione, quella utilizzata normalmente per i programmi del progetto Gnu. Applicata a un software, consente di utilizzarlo, copiarlo, rivenderlo e modificarlo. Permette, inoltre, di rivendere le copie così generate, che potranno essere distribuite con la stessa licenza, a patto che le modifiche siano evidenziate e i sorgenti rilasciati.


Lamp: l’acronimo è utilizzato per indicare una modalità di sviluppo Web based delle applicazioni. Si tratta di una combinazione di server Web e database che impiega tecnologie Linux, Apache, MySql e Php.


Licenza d’uso: è il documento che accompagna il software e che specifica diritti e obblighi di chi lo usa. Esistono licenze libere e proprietarie.


Linux: è il kernel di tipo Unix scritto in origine da Linus Torvalds nel 1991. Oggi è un sistema operativo di classe aziendale, che ha dato prova di grande stabilità. È scaricabile gratuitamente da Internet oppure in vendita a prezzo contenuto.


Samba: si tratta di una utility open source che permette ai server Linux di comunicare con Windows.
Un server Linux con in esecuzione Samba appare in rete (su Windows) come un server Nt.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here