Pgp, troppo free per essere vendibile

Network Associates ha deciso di non vendere più il famoso software di encryption.

Dal primo di marzo Network Associates non vende più Pgp, cioè Pretty Good Privacy, lo strumento di encryption di posta elettronica per sistemi desktop e mobili, che aveva acquistato cinque anni fa direttamente dal suo creatore, Phil Zimmerman.


La decisione, che è costata la dismissione della linea di prodotto, e pare anche il posto a una ventina di persone, è frutto di un'amara constatazione fatta dal management della società californiana: "Pgp è un prodotto che il mercato ha percepito come freeware, ed è risultato difficile proporlo a un mercato aziendale che ha verificato come tantissime persone lo stanno usando in modalità totalmente gratuita".


Prima che entrasse nelle sfere di competenza di Networtk Associates, infatti, Pgp era scaricabile dalla Rete. E così rimase anche per un lungo periodo seguente l'acquisizione.


Per la casa di Santa Clara, comunque, l'investimento nella tecnologia creata da Zimmerman non è a fondo perso. Componenti di Pgp sono finiti nell'offerta di business server, personal firewall e Vpn marchiata McAfee. Network Associates, ovviamente, continuerà a supportare le aziende che hanno investito in Pgp, portando a termine i contratti di manutenzione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here