Per Mc-link è l’ora del raddoppio di banda

Sulla scorta delle nuove politiche di Telecom in materia di banda larga, Mc-link rinnova il proprio listino, con offerte su misura per aziende di piccole dimensioni e professionisti.

17 marzo 2004 Le nuove politiche di Telecom sulla banda larga hanno
inevitabilmente avuto dei contraccolpi anche sulle attività degli altri Isp
nazionali.
Mc-link
, ad esempio, ha colto l'occasione di
quello che lei stessa definisce il “terremoto” Telecom per ridisegnare tutto il
suo listino.

Da sempre l'azienda ha come proprio mercato di riferimento
l'utenza evoluta, costituita tanto da aziende tanto da utenti individuali, ed è
a questo mercato sicuramente fedele (si parla di un tasso di rinnovo del
95% su un'utenza che attualmente comprende 5.000 xDsl installate per circa
50.000 utenti, oltre agli 8.000 abbonati ai servizi dial up
) che ora
propone un nuovo portafoglio di prodotti e servizi tutto giocato sul raddoppio
di banda.
Sul fronte xDsl, l'offerta oggi si articola su tre modalità di
offerta. La novità è rappresentata da Work@home 1280,
indirizzata, come suggerisce il nome, a professionisti e consulenti, o in ogni
caso a chi utilizza la rete per lavorare da casa. L'offerta, con una connessione
a 1280 Kbps, costa oggi 49 euro mensili, Iva esclusa, e comprende una serie di
servizi aggiuntivi che vanno dallo spazio Web all'antispam, dagli indirizzi
dial-up aggiuntivi alla possibilità di creazione di Vpn.
Sono state invece
rivisitate le offerte per il mondo Office e azienda, oggi declinate in due
formule: Office 1280 e Company 1600, rispettivamente per uffici
di 4 o 5 persone o per piccole aziende dotate di Lan di 8-10 postazioni. La
prima costa 84 euro Iva esclusa e include router, IP statico e caselle email
aggiuntive.
Nei servizi aggiuntivi rientra l'antispam, offerto in tutte le
configurazioni, mentre per quanto concerne gli antivirus, malgrado non sia stata
finora politica di Mc-link offrirlo di default, anche per spingere la cultura
della protezione all'interno delle aziende, a breve l'azienda offrirà un
servizio antivirus centralizzato.
Nella sostanza, la scelta attuata da
Mc-link è andata nella direzione di raddoppiare la banda nelle offerte già
esistenti, oppure di abbassare il canone laddove la massima velocità consentita
era già raggiunta.
Ma nel formulare il proprio nuovo listino di offerte,
Mc-link non ha trascurato nemmeno uno dei temi più attuali nel mondo delle
comunicazioni: la mobilità.
Qui la sua presenza si declina
in due offerte: Personal Ip e Gprs Flat.
Nel primo caso si
tratta di un servizio in grado di assegnare un Ip statico al singolo individuo,
consentendo all'interessato di poter contare su un proprio IP personale,
indipendentemente dal tipo di connessione e dal provider utilizzato, facendosi
dunque autenticare con il medesimo Ip in particolare dalla propria rete
aziendale.
Nel secondo caso si tratta di un servizio Gprs a
tariffazione flat
, offerto in collaborazione con Wind
e prevede la fornitura di una SIMcard abilitata al solo traffico dati da
inserire nel telefonino o nella scheda di adattamento per PC o notebook.


Mc-link, che ha chiuso il 2003 con un fatturato di 8,3 milioni di euro,
oggi conta di arrivare a fine 2004 con un risultato di almeno 10,5 milioni,
grazie alla crescita della domanda di servizi Xdsl da parte delle piccole e
medie imprese e grazie anche alla crescita del parco clienti, seguiti da una
rete di circa 400 rivenditori specializzati. In questo caso più che di dealer
tradizionali con negozio, si tratta di consulenti, che operano presso le aziende
e che offrono servizi di connettività, ricevendo da Mc-link provvigioni
interessanti anche sui rinnovi, nonché l'opportunità di erogare anche una serie
di servizi accessori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome