Per Eds in predicato le performance del 2004

La società perde il rinnovo di un contratto decennale e rischia di non compensarlo con nuovo business

15 dicembre 2003 La perdita del rinnovo di un contratto decennale con il governo britannico, in scadenza il prossimo mese di giugno, rischia di mettere in predicato le performance complessive di Eds.
La società è stata infatti battuta da Cap Gemini Ernst & Young per un contratto per la gestione dell'infrastruttura It del ministero delle imposte britannico, contratto valutato 5,2 miliardi di dollari in un arco di 10 anni.
Per Eds ciò rappresenta una perdita di oltre 400 milioni di dollari, pari al 2% del suo fatturato, e, di conseguenza, porterà a una riduzione da 2 a 3 cent ad azione sull'utile stimato per il 2004 e da 4 a 7 cent ad azione sulle previsioni per il 2005.
La perdita del contratto rappresenta per Eds l'ultima di una serie di contingenze negative: già nel corso di quest'anno la riduzione del fatturato ha portato l'azienda a operare tagli nel personale, ha dovuto ridefinire l'assetto manageriale e non ha ancora risolto una vertenza con la Security Exchange Commission.
Gli analisti sostengono che la situazione dell'azienda cominci a manifestare qualche segno di criticità, soprattutto se i contratti in scadenza non riusciranno a essere sostituiti con nuovi accordi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here